Jovetic: “Firenze è come la mia seconda casa. A diciannove anni potevo andare al Real, poi…”

Stevan Jovetic, ex attaccante di Fiorentina e Inter, ha analizzato a ElDesmarque le prime partite con la maglia del Siviglia: “Mi sento come se fossi qui da alcuni mesi e invece sono passate solo due settimane. La rete contro il Real è stata molto speciale, si trattava del mio esordio in Liga e il mio gol all’ultimo minuto ci ha regalato tre punti. Futuro? Sono arrivato a Siviglia in prestito con diritto di riscatto: mi piace molto essere qui e vorrei rimanere. Fiorentina? A Firenze mi sono trovato molto bene. Ho trascorso cinque anni lì, sono arrivato a diciotto anni e ero un ragazzino. Nei primi due anni tutto è andato per il verso giusto, poi nel terzo ho avuto un infortunio al ginocchio che mi ha tenuto lontano dal campo per diverso tempo. Poi sono rientrato e ho avuto altre due buone stagioni. Firenze è una città molto speciale, bella, la gente è calorosa e segue molto il calcio. Firenze è come la mia seconda casa. Credo di poter bissare quest’esperienza anche al Siviglia. A diciannove anni potevo andare al Real Madrid: ero alla seconda stagione in viola, stavo facendo bene e avevo segnato gol importanti contro Liverpool e Bayern Monaco in Champions League. Poi ho pensato che dovevo ancora maturare e sarei andato quando sarei stato davvero pronto”.

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Si bravo hai fatto proprio bene negli ultimi anni, chissà forse avresti oscurato cr7 o bale! Grande bua!!! Ma vai a giocare alla PlayStation con nutellino!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*