Adesso tutti in riga, cara Fiorentina. Tutto bastone e carota finita

Paulo Sousa in primo piano. Foto: LF/Fiorentinanews.com

È la mentalità il limite vero di questa Fiorentina. In Grecia, in una partita come quella di giovedì sera, si va per prendere la vittoria con la rabbia, con l’organizzazione, con la volontà, con il sacrificio, con i colpi dei giovanotti emergenti, con gli occhi divertiti e divertenti, con le palle del professionista, con i leader che ti scuotono e ti conducono, con un allenatore che pretende, che controlla, che picchia duro, che sbaglia, che trasmette disciplina, emozioni, temperamento e desiderio di andare a prenderci questo risultato pieno. Soltanto a Liverpool abbiamo avuto l’onore di vedere seduto sulle tribune di Anfield il nostro proprietario, ma lì faceva gioco, aveva il suo ritorno di immagine, era chic, volo privato, Londra, capatina a Liverpool e serata londinese di categoria. Strette di mano sorrisini tutto a posto buonanotte e arrivederci a tutti.

Leggi l’articolo completo su bernardobrovarone.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Brovarone sta alla Fiorentina come isaia sta a Israele. Speriamo che non gli tocchi la sorte di Giobbe, tuttavia…

  2. @paolo1: Sousa dovrebbe essere un po più grintoso anche con sé stesso, visto che sta facendo un pessimo lavoro quest’anno.

  3. Con Sousa siamo tornati a vent’anni fa quando la Fiorentina andava in trasferta o che si giocasse con la Juve o con il Pescara il pareggio era un successo.Poi sia Prandelli ma soprattutto Montella improntavano una convinzione ed una mentalita’ vincente che ci ha permesso successi esterni come a Roma,Juve,Napoli,Milan,Inter ecc…
    Ora invece è l’allenatore che non è ne vincente ne grintoso ne carismatico;è capace solo a litigare con i giocatori e farli rendere al minimo.Prima che la stagione sia irrecuperabile mandatelo a casa.

  4. Perché chi ci crediamo di essere? Comincio veramente a stufarmi di questo ambiente quando al mercato ci prendono gli scartini in prestito va bene essere una piccola realtà, poi quando ci sono le partite se non vinciamo e’ perché non abbiamo grinta all’allenatore non gli interessa e la dirigenza non va a vedere le partite…siete una massa di ipocriti patetici. La fiorentina meriterebbe di meglio.

  5. Non bisogna accontentarsi del pari. Questa è la cosa che meno mi è piaciuta a salonicco. Bisogna mettere in campo grinta e concentrazione.

  6. supercannabilover

    pareggio che stava bene a tutti e quindi nessuna delle due squadre ha rischiato. Da considerare che le altre due sulla carta sono davvero scarse

  7. Mi piace il Sousa un po’ grintoso che non le manda a dire (come con Bernardeschi)
    Forza così… e pane al pane, vino al vino!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*