Questo sito contribuisce alla audience di

La vera malattia della Fiorentina

24 aprile 2011: eccola la data dell’ultima vittoria in trasferta della Fiorentina. Con una doppietta di Cerci, la Fiorentina di Mihajlovic espugnò il Sant’Elia di Cagliari. Da allora: 10 trasferte, 4 pareggi (3 dei quali a reti inviolate ovvero a Napoli, Cesena e Siena) e 6 sconfitte (Inter, Udinese, Juventus, Chievo, Palermo e ancora Inter). 10 trasferte, le ultime, in cui la Fiorentina ha messo a segno solamente 4 reti (ma 1 soltanto fino ad oggi nelle 8 partite lontano dalle mura giocate in questo campionato, 3 nelle ultime due trasferte della stagione 2010-11). Insomma i numeri sono impietosi. E allora l’augurio per questo inizio di 2012 è che venga invertita la tendenza e che la squadra di Rossi torni a vincere o quantomeno a segnare lontano dal Franchi. Certo, là davanti mancano le bocche di fuoco. Dopo la partenza di Gilardino, seppur il centravanti di Biella sia andato in gol solamente due volte dall’inizio del campionato (causa anche il suo infortunio),  i bomber gigliati sono rimasti in due: Jovetic (7 reti) e Cerci (3 gol). Quest’ultimo però, stando alle indicazioni dell’amichevole di ieri, non dovrebbe scendere in campo a Novara. E allora… dovrà reinventarsi bomber qualcun altro, magari qualcuno che sappia inserirsi dalle retrovie, visti per giunta i forfait di Santiago Silva e Babacar in vista della prima trasferta del 2012. Buon 2012 Delio! L’augurio è che tu possa trovare quanto prima le giuste alchimie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA