Questo sito contribuisce alla audience di

A Novara con tanti giovani e un modulo spallettiano

Dunque sembra proprio che Delio Rossi possa e voglia fare a meno degli attaccanti in questa delicata partita contro un Novara affamato e in cerca di punti per uscire dalle zone basse della classifica. Ecco allora che ritorna in mente la Roma spallettiana, che giocando praticamente senza un riferimento in attacco, riuscì a fare grandi cose in campionato. La speranza per la Fiorentina è di riuscire a ripercorrere le orme dei giallorossi cominciando proprio dalla gara di oggi pomeriggio. Il mister viola ha deciso per un 3-5-2 con Jovetic e Ljajic in attacco; i due non hanno mai giocato insieme nemmeno nel Partizan, e sarà interessante capire se questa soluzione potrà essere sfruttata anche in futuro, o se sarà solo l’ennesimo esperimento fallito. Più che l’attacco la grande novità della formazione viola è il centrocampo molto folto, con le fasce affidate a Vargas e Cassani, mentre in mezzo ci saranno probabilmente Montolivo, Behrami e il giovane Salifu. Vista così la Fiorentina sembra molto solida e può contare su un pacchetto difensivo di 5 uomini come Gamberini, Natali, Nastasic, Salifu e Behrami che dovrebbe riuscire ad arginare le sfuriate del Novara. Come detto più volte in questi giorni ci sarà l’incognita del campo in sintetico, con rimbalzi diversi scorrevolezza accentuata, rispetto ad un campo in erba vera. Anche oggi ci sarà da soffrire ma vedremo se il lavoro fatto in questa sosta invernale da Rossi porterà subito il cambiamento necessario per rilanciare questa Fiorentina in crisi di punti e di risultati.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA