Questo sito contribuisce alla audience di

A Parma per sfatare la legge della beffa

Il prato del “Tardini” evoca ricordi agro-dolci per la Fiorentina, spesso uscita con le ossa rotte dal campo dei gialloblu nell’epoca Tanzi. Maggiori fortune invece dal ritorno in A dei viola, che però non vincono in Emilia dal gennaio 2008. In particolare Parma equivale a dire beffa negli ultimi anni: beffarda fu l’uscita dalla Coppa Italia ad opera dei ducali nella stagione 2010/11, con la doppia papera di Avramov. Clamorosi poi i pareggi allo scadere incassati nelle ultime tre stagioni. Il rigore di Giovinco che sancì il 2-2 finale, nel 2011/12, proprio al 90′; quindi il finale rocambolesco che vide sbagliare dal dischetto Jovetic e segnare dalla parte opposta Valdes nell’ultimo campionato. Quindi un altro 2-2, stavolta a Firenze, ottenuto nella gara di andata, con pareggio di Gobbi all’ultimo secondo. Un trend da interrompere decisamente per proseguire la corsa verso l’Europa che conta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA