Questo sito contribuisce alla audience di

AD OGNI MODULO…L’importanza di avere due colossali fuoriclasse

RossiBolognaE’ facile parlare di calcio dopo una Domenica come questa. La Fiorentina strapazza il Bologna a suon di possesso palla e giocate di alta scuola, che arrivano dai piedi migliori della squadra allenata da Montella: Giuseppe Rossi e Borja Valero. Una partita sontuosa dei due gioielli viola che giunge nel giorno dell’esordio da titolare, con gol, di Josep Ilicic, apparso in crescita sia dal punto di vista fisico sia da quello psicologico. Una vera e propria orchestra, quella di Montella, che ha deliziato gli occhi e l’umore dei tifosi presenti al Franchi. E stavolta anche la difesa non ha concesso niente ad un Bologna che si è dovuto immediatamente arrendere alla corazzata viola. Il ritorno al 3-5-2 ha dato più equilibrio alla squadra, andando inoltre a facilitare il compito di alcuni singoli, come ad esempio Savic, che sembra digerire meglio questo tipo di difesa. Ottimo anche l’apporto del centrocampo, che ha prevalso per tutti i novanta minuti, non concedendo mai al Bologna il pallino del gioco. In particolare, molto positiva la prova di Mati che ha dato molto dinamismo e imprevedibilità alla manovra, grazie ad un costante movimento tra le linee che si è rivelato decisamente efficace. Bene anche Aquilani, spostato in regia al posto di Pizarro. E mentre Vargas e Cuadrado hanno giganteggiato sulle rispettive fasce.

Nell’armonia generale spiccano ancora una volta le prestazioni colossali di Borja Valero e Giuseppe Rossi. La spagnolo ha fornito una grandissima prova, frutto di giocate incantevoli, come il controllo di palla nell’occasione del secondo gol e l’assist al bacio per Rossi nella terza rete viola. Il tutto, come sempre condito da un pressing estenuante in fase difensiva. L’attaccante italo-americano invece ha, ancora una volta, dimostrato il suo grandissimo valore. La sua giocata sul terzo gol ha fatto stropicciare gli occhi dei presenti, molto bella anche quella sul gol di Borja Valero, in cui Pepito si è allargato creando i presupposti per l’inserimento dello spagnolo a cui serve poi l’assist vincente. Rossi è sempre più capocannoniere e trascinatore di questa squadra, il fuoriclasse che, grazie alle sue immense potenzialità, non sta facendo rimpiangere le partenze di Ljajic e Jovetic. Adesso ci aspettiamo tutti un ulteriore salto di qualità da parte di questa squadra, soprattutto in virtù del rientro di Mario Gomez.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Oddio Marco…il nome dell”allenatore abbinato a Show…non porta mica tanto …bene! Un saluto!!!

  2. ora concentrarsi sulla gara di reggio emilia, guai prenderla sottogamba! Vincere!

  3. marcolucania1973

    E’ VERO MAFFE: MONTELLA SHOW !!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*