Adani a FN: “Ilicic e Kalinic per fare male all’Inter, ma anche la Fiorentina ha un punto debole…”

Adani

Domenica sera al Franchi si giocherà Fiorentina-Inter, un match chiave in ottica terzo posto: il risultato dell’andata segnò l’inizio dell’ascesa viola, che dopo 16 anni ritrovò la vetta della classifica, e il primo passo falso dell’Inter, fino a quel momento mai battuta in campionato. Vincere domenica significherebbe rinsaldare il posizionamento sul gradino più basso del podio, acquietare le tensioni e le polemiche generatesi a seguito del mercato di riparazione e riportare un po’ di sereno nell’ambiente viola, dai tifosi alla società. Per avere un parere su questa attesissima gara, Fiorentinanews.com ha contattato il doppio ex Daniele Adani, oggi opinionista Sky.

Domenica andrà in scena un vero e proprio scontro diretto per la lotta al terzo posto. Che gara si aspetta?

Mi aspetto una gara improntata sul solito dominio territoriale della Fiorentina, che con il suo possesso palla cercherà di gestire i ritmi di gioco, e un Inter che deve ritrovare la solidità, la concentrazione e la cura dei particolari perché se rimane concentrata ha le potenzialità offensive per colpire, mentre la viola deve cercare di abbinare al suo gioco e alla sua idea di calcio anche maggior concretezza nella fase di finalizzazione, che alle volte stenta.

Quali sono i punti deboli che le due squadre possono sfruttare per avere la meglio?

L’Inter può far male alla Fiorentina sfruttando qualche sbavatura in fase di costruzione. Una caratteristica dei gigliati è quella di costruire e palleggiare con tutti i giocatori e ultimamente hanno commesso alcuni errori, come con Lazio e Milan o sul gol del pareggio del Carpi, che è nato proprio su un errore in uscita da parte della difesa: i viola cercano sempre un grande possesso e se sbagliano un uscita e rimangono aperti, diventano vulnerabili e l’Inter ha giocatori come Eder, Icardi, Perisic e Palacio molto abili a colpire nella fase di transizione avversaria. Da parte sua, l’Inter del 2016 sta sì mostrando un miglioramento nel gioco ma in compenso ogni tanto stacca la spina e la Fiorentina ha giocatori che con poche accelerazioni sono in grado di far male, come Ilicic e Kalinic, giocatori che se l’avversario perde un attimo la concentrazione ti possono colpire. Un pronostico? Impossibile farlo, è una partita da tripla assoluta.

Chi delle due ha più possibilità di andare in Champions?

Inter e Fiorentina, ma anche la Roma, si equivalgono. Sono tutte squadre che lottano per il terzo posto, e hanno pari possibilità di conquistarlo. Questo è quello che ha detto il campionato finora e che dirà fino alla fine. A fare la differenza saranno i dettagli o un calo e errori a ripetizione da parte di una delle squadre che porteranno a passi falsi e a staccare di 6-7 punti a 5-6 giornate dalla fine. Una delle contendenti si staccherà dalle altre per meriti o demeriti ma non si può stabilire adesso, fare previsioni è difficile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Pazzesco ma vero, il mercato (chiamalo mercato!) lo hanno fatto per l’attacco lasciando le debolezze inalterate, anzi hanno rinnovato in contratti ad antrambi (ci contano anche per il futuro). Preso Tino Costa (poco) che gioca una partita si s tre no, Belaunane con la sciatalgia e Kone reduce da un infortunio importante (come Blacicoski del resto). Li vogliono tutti così, mezzi rotti e che costiìno poco. Come si vede un progetto ambizioso, passionale, di prospettiva, si, ma per la seconda parte della classifica!

  2. E Berna tornante cioè fuori ruolo con Matos (che è un tornante) venduto all’Udinese, oltre a Capezzi che sarebbe stato un ottimo vice Badelj ma anche un titolare e di certo non inferiore a kone e Costa e sicuramente più sano.
    Sugli altri nostri giovani viola o ex viola svenduti o prestati preferisco tacere x non incavolarmi.

  3. i nostri punti deboli li sanno tutti…
    la mancanza di un centrale destro (o terzino destro nella difesa a 4) e un centrocampista che sostituisca badelj. x il resto non siamo male….
    è pazzesco che a metà febbraio si debba ancora giocare con roncaglia o tomovic e borja in mediana…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*