Adani: “Fiorentina da ricostruire, ma Sousa ha la squadra in pugno”

Adani

Daniele Adani ha commentato per Sky Fiorentina-Roma e, proprio sull’emittente satellitare, analizza così non solo la vittoria dei viola ma anche il campionato che attende la squadra di Sousa: “Contro la Roma la Fiorentina ha ritrovato un po’ di condizione ma deve ricostruirsi, deve capire dove cambiare per tornare ad essere la squadra che era nella passata stagione. Sousa ha la squadra in pugno e contro la Roma ha ritrovato qualcosa. Kalinic bene nel lavoro per la squadra, non manca mai il suo impegno tattico. Dzeko sbaglia qualche gol ma è un giocatore importante, è un fattore da sfruttare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. sky di bello ha solo le immagini, ma i commentatori sono come i politici lecchini al 100

  2. Drak mi compiaccio per la tua analisi ed ironia..chapeau
    Di solito si leggono moltitudini di polemiche sterili …

  3. stiamo crescendo ma possiamo e dobbiamo fare meglio!!

  4. L’ho sempre rispettato come giocatore apprezzando in passato il suo commento tecnico ma domenica su sky non mi è piaciuto un granché ….
    Daniele mi raccomando non perdere l’obiettività

  5. Ho rivisto risentito con calma la sua cronaca della partita…complimenti si è adeguato bene, aggettivi a non finire ad ogni intervento romanista…vomitevole

  6. A mio parere la partita è stata giocata con impegno, molta umiltà, con un ritmo anche alto. È vero che non abbiamo pressato alti, anzi abbiamo provato ad applicare la tattica usata da loro l’anno scorso a Firenze, rubare palla e ripartenza, solo che Milic non è Gervignho e Tello non è Salah (anche se le potenzialità le avrebbe, ma dove c***o le abbia messe Sousa ancora non è riuscito a scoprirlo). Comunque ho notato che Tello viene ignorato oppure viene (raramente ) servito da fermo, non sulla corsa il che ne limita moltissimo l’efficacia

  7. E cosa dovrebbe ricostruire se non è cambiato nulla, Mr Adani? L’unico elemento diverso, rispetto allo standard Fiorentina, è stato scegliere di aspettare la Roma e di non pressare alto, scegliendo di non sviluppare un possesso palla sostenuto, che con i tre centrocampisti della Roma a far recupero, e con Salah e Perotti, oltre a Dzeko, pronti a giocare su quel recupero di palla, sarebbe stato, come in parte è stato lo scorso anno, soprattutto a Roma, un mezzo suicidio. Si è fatto meno possesso palla perchè la Roma, soprattutto coi tre centrocampisti centrali e coi laterali di difesa, pressava le aree decisive per il possesso palla nostro. Quindi si è trattato di adattamenti tattici e relativi alla singola partita, e non strategici, legati a una nuova impostazione di gioco da parte dei Viola. La cronaca dà alla testa anche ai commentatori più lucidi. Mi pare evidente. Poi la carta Carlos Sanchez è stata decisiva, senza di lui questa partita la si perdeva, è stato fondamentale proprio a livello di presenza. Ma lo è stato in questa partita e con questo specifico avversario. Quindi non c’è nulla da costruire, caro Adani. Se spunti la tua barba, Adani, non stai ricostruendo la tua barba, la stai tatticamente adattando alle tue esigenze, ma la tua barba resta barba, ed è strategicamente barba. In bocca al lupo per il futuro.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*