Adesso è crisi. E non si salva nessuno

Andrea Della Valle Juventus Grande

La Fiorentina non vince più. Ormai da mesi i viola non portano a casa tre punti e dopo tre pareggi deludenti arriva una scottante sconfitta contro l’Empoli. Adesso è crisi, inutile girarci intorno ed ignorare i segnali chiari. La squadra ha tirato i remi in barca, non ci sono più motivazioni e voglia di giocare e vincere e così la Fiorentina mette in campo prestazioni indecenti, da squadra pronta per retrocedere. Inutile cercare un colpevole, qui le responsabilità sono di tutti, dai proprietari, ai dirigenti arrivando all’allenatore come ai giocatori. Tutti sono responsabili di un declino iniziato qualche mese fa e non ancora concluso, purtroppo. Risultati deludenti che più di tutti vanno a colpire i tifosi, che hanno sempre la speranza ma che non vedono più una squadra concentrata e pronta a difendere sul campo quella maglia inestimabile11. La Fiorentina è in crisi di gioco e di risultati, ora tocca a tutti rimboccarsi le maniche ed uscire da questa situazione che rischia di compromettere definitivamente un campionato che può ancora essere accettabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

39 commenti

  1. Sconcerta il silenzio e la latitanza della proprietà, che, invece, dovrebbe fare fuoco e fiamme dinanzi a tale sfacelo.

  2. Cisko73, Tedescone, sapete che io sono abbastanza d’accordo con voi su molte cose, soprattutto per quanto riguarda la critica alla proprietà sul mercato per cui sulla demotivazione conseguente, ma non si può, e secondo me non si deve, assolvere i giocatori e l’allenatore per figure vergognose fatte a ripetizione. Sono tutti pagati profumatamente per giocare al loro meglio per cui delle due una : sono tutti dei brocchi che hanno imbrogliato non si sa come fino a fine Dicembre, oppure devono tirare fuori gli attributi per RISPETTO ai tifosi e alla Maglia. Ed è questo che intanto pretenderei da loro. Poi tocca alla Proprietà.

  3. Tedescone: analisi perfetta. 👍

  4. Albertoviolaclubroma

    Se fosse successo a Roma quello che sta succedendo qui,sai le macchine incendiate sotto casa,e le botte a trigoria….

  5. La pre crisi è cominciata in estate con il mercato scarno fatto, poi con i miracoli che sono stati fatti dalla squadra tutto si era parzialmente abbuiato.
    La crisi vera invece c’è stata quando la società ha visto bene di non investire 1 euro sul mercato invernale, ma bensì di guadagnarci sopra.
    Il risultato è che siamo bolliti e l’unica vera colpa è data da una proprietà accattona e di una squadra di dirigenti INCOMPETENTI e MENEFREGHISTI.
    Se la squadra ora è SFIDUCIATA, STANCA e LEZZA, è lo specchio di quello che ha NON fatto la società per migliorarla.

  6. Cercando di ragionare freddamente ritengo che la squadra non sia di elevata qualità come creduto fino a fine anno né pessima come nel 2016. E’ una squadra di medio livello senza nessun campione e con molti giocatori sopravvalutati quali Gonzalo, Babacar, Bernardeschi, Tello e lo stesso Kalinic. Quindi tirando le somme la posizione in classifica deve essere accettata per quello che è…..sopra le normali aspettative. Vogliamo confrontare il budget di Juve, Milan, Inter, Napoli e Roma con quello della Fiorentina? L’unica cosa che non sopporto e’ l’assoluta mancanza di chiarezza dei Della Valle. Sarebbe stato sufficiente dire che con le risorse scarse dell’autofinanziamento gli obiettivi sarebbero stati limitati solo ad un campionato dignitoso e nessuno avrebbe avuto da ridire qualcosa. Molti dimenticano che al momento del default societario i DV per non accollarsi il buco finanziario della squadra preferirono farla fallire per poi creare la Florentia Viola (sic) scendere in C2 e solo dopo con spesa molto contenuta ricomperare il nome e la bacheca della Fiorentina. Basta considerare questo per valutare il reale attaccamento alla storia della squadra viola. In definitiva meglio loro oppure i campionati affannati e onestamente mediocri delle presidenze Melloni, Martellini tanto per citare dei nomi ? La cosa incomprensibile rimane la pletora di dirigenti incapaci assoldati per gestire una società senza alcuna realistica pretesa.

  7. Si, ragazzi, tutte le critiche che si possono fare alla Proprietà e alla Dirigenza sono tutte giuste e vere. E chi ha letto quello che ho scritto in passato sa che sono super critico nei confronti della Società, intesa come complesso. Ma è anche vero che sia l’allenatore che i signori giocatori sono super pagati per dare sempre il loro meglio e questo, da diverse giornate, non lo stanno facendo. E non mi si venga a dire che il loro meglio è perdere, e la maniera come si perde, con l’Empoli o pareggiare a stento con Frosinone e Verona perché NON CI CREDO. Se l’allenatore fa il furbo e fa finta di caricare i giocatori, ma non lo fa, questo non lo so ma potrebbe anche essere, le manovre sotterranee nel mondo del calcio non le sa nessuno, se i giocatori fanno finta di giocare ma poi non si impegnano invece si vede ed è esattamente questo quello che salta agli occhi ora. Ed è qui che ci vuole il pugno duro, non si può prendere in giro i tifosi così. Oppure si dica chiaro che i tanto esaltati Gonzalo, Borja, Alonso, Kalinic, Vecino ma anche Bernardeschi ed Ilicic sono mezzi giocatori e lo sono sempre stati. Io non sono d’accordo, ma se ne può parlare. Così, come oggi, non si può continuare. Per rispetto, della città, dei tifosi ma, soprattutto, della Maglia.

  8. Nn disperiamo…. cerchiamo di vendere ls Fiorentina alla Carrai/Renzi incorporetion…loro si che sanno fare gli affari…. semmai ripiana la Banca Etruria o la Verdini…oppure mette il tassametro alla Totale invece di incassare tutto lei metterebbe una accise xla Fiorentina. Poi quando il parlamento nn ci sarà più diventerà la squadra del Duce come allora la Roma di lontana memoria

  9. TUTTI COLPEVOLI.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*