Questo sito contribuisce alla audience di

Alla ricerca dei TREDICI milioni (ancora non) perduti

Vuoi per l’affidabilità data dai titolari scelti, vuoi per l’esigenza di formare prima uno zoccolo duro per poi aprirsi magari alle sperimentazioni, fatto sta che Stefano Pioli di turn over non ne ha praticamente mai fatto finora, affidandosi a 13-14 calciatori in pratica. Ci hanno rimesso alcune seconde linee più o meno storiche, da Babacar (che è subentrato molto meno degli altri anni) a Sanchez e Cristoforo, e i giovani in particolar modo, vedi Hagi o Lo Faso. Se però, come nel nostro caso, la constatazione si allarga anche a due volti importanti del mercato come Vitor Hugo e Milenkovic i quesiti si moltiplicano: entrambi difensori centrali, pagati rispettivamente 8 e 5 milioni e in tal senso, due tra gli esborsi principali della scorsa estate. Che diano meno garanzie a Pioli è evidente ma di fatto non c’è stato ancora modo di valutarli, perché il brasiliano ha giocato titolare solo a San Siro mentre il serbo ancora deve toccare il campo. E’ per questo che la curiosità intorno a loro inizia a mischiarsi con un po’ di delusione ma anche con la voglia di dimostrare che quegli investimenti non sono stati perduti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. PIOLI e corvino e cognini..in tanti li infamano come fossero loro il problema della FIORENTINA..IO PENSO CHE NESSUNO DEI TRE SIA MOLTO ESPERTO NEL PROPRIO SETTORE MA SENTO NOMINARE POCO IL VERO ARTEFICE DEL RIDIMENSIONATO VIOLA..DIEGO DELLA VALLE DA GLI ORDINI E I SUOI STIPENDIATI ESEGUONO..SVEGLIA GRULLI..FV

  2. La colpa di tutto questo è di Corvino!!!! Anzi sarebbe solo di Corvino se non gli avessero rinnovato il contratto per altri 3 anni!!!!!! Invece i Braccini sono in tutto e per tutto complici!!!!!

  3. Abbiamo una rosa di 25 o 26 giocatori, non giocando EL bastavano 18 giocatori discreti con riserve eventuali della primavera. Con tutti questi giocatori alcuni non giocheranno mai?

  4. io e’ da qeusta estate che lo dico , con questo imbecille in panchina andiamo in serie b , questo di calcio non capisce niente. uno che fa giocare gaspar e biraghi deve cambiare mestiere . e i ragazzi giovani che potrebbero farci togliere qualche sosdifazione li tiene fuori , questo cercopitecho incapace. speriamo che lo mandino via presto .

  5. Milenkovic subito in capo è fortissimo, si può schierare anche.da esterno basso, per Gaspar campionato italiano non fa per lui.
    Le gerarchie fissate da Pioli non si sono dimostrate attendibili.

  6. Claudio di Ferrara

    Milenkovic credo sia l’unico veramente forte voluto e portato da corvino. Per il resto solo basso livello

  7. Facile e anche giusto addossare la maggior parte delle colpe ai DV di questa squadra mediocre… Hanno messo dei freni a Corvino… Dovevano rientrare tanti soldi e questo è il risultato… Io credo però che la mediocrità è da attribuire molto di più a Corvino che con i soldi spesi avrebbe potuto fare u a squadra molto più competitiva…mi vengono in mente tutti i giocatori cercati e non andati a buon fine che poi sono andati a finire in squadre di un livello più basso del nostro che ci avrebbero potuto l far lottare tranquillamente per un posto Uefa… Se al posto di Dias ad esempio
    avessimo avuto POLITANO.. se al posto di Zehinini avessimo AVUTO CAPRARI ..SANTON al posto di Biraghi.. MASINA al posto di LAURINI… MISSIROLI E NON Cristoforo… ANTONELLI E NON GASPAR… PAOLETTI E BABACAR A GIOCARE IN PRESTITO..a questo ora eravamo tutt’altra squadra… *E vero che con i SE
    NON SI VA DA NESSUNA PARTE Ma sono tutti giocatori che di soNo ACcasati in squadre di bassa classifica e non credo certamente impossibili da prendere…

  8. pioli di gia a rotto ,,,,,,,,,,,,,,e se ripete,,,,,,,,una partita come crotone,,,,,,a natale non mangia il panettone,,,,,,e un mediocre,,,,,,, come la propieta,,,,,,,,

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*