Questo sito contribuisce alla audience di

Alonso: la mini storia di un flop

Titoli di coda per Marcos Alonso alla Fiorentina. L’esterno spagnolo prepara le valige e torna in Inghilterra, da dove era venuto, ma stavolta in Premier, al Sunderland di Giaccherini. L’avventura in viola di Alonso è stata tutt’altro che emozionante, visto che il giovane era arrivato come possibile rivale di Pasqual sulla sinistra, un giocatore dal brillante futuro, proveniente dalla cantera del Real Madrid. Facciamo dunque un breve riepilogo della mini storia viola di Alonso: lo spagnolo arriva a Firenze nel giugno 2013 in punta di piedi “A Firenze con umiltà” diceva. Un buon ritiro a Moena dal quale però si cominciava già a capire che non avrebbe avuto tante possibilità con Pasqual davanti. Il suo esordio con la Fiorentina lo fa il 26 agosto alla prima dei viola, nei preliminari di Europa League quando subentra ad un quarto d’ora dalla fine. Poi esordio in campionato, anche stavolta alla prima, contro il Catania e nuovamente per 15 minuti. Poi si delinea la staffetta con Pasqual, il capitano gioca in campionato lo spagnolo in Europa League dove gioca sempre tranne l’ultima in casa contro il Dnipro quando finisce addirittura in tribuna. In Serie A gioca nuovamente quasi un’ora a Milano contro l’Inter, quando si era infortunato Pasqual, e poi titolare contro il Parma. Fine. Nove apparizioni (626 minuti) di Alonso con la Fiorentina, zero assist, zero gol e un cartellino giallo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA