Altro che clausola, Bernardeschi si blinda davvero così!

Le clausole, a meno che non siano per davvero iperboliche, non servono più a blindare nessuno. Anche i cento milioni di euro che la Fiorentina vorrebbe mettere per Federico Bernardeschi, potrebbero risultare ben presto un invito a nozze per chi, con successo, sta drogando il mondo del calcio, facendo crescere a dismisura il prezzo del cartellino dei giocatori. La vera arma che permetterebbe, almeno per un po’, alla Fiorentina di poter fare la voce grossa, è quella di rinnovare il contratto al giocatore, dandogli ovviamente uno stipendio adeguato al suo valore reale (e potenziale) e posticipando la data di scadenza rispetto all’attuale accordo, passando dal 2019 al 2021. Da quel momento in poi spetterebbe al club dei Della Valle decidere se mettersi al tavolino per parlare con eventuali acquirenti oppure no, cosa che invece non è possibile fare davanti ad una clausola rescissoria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. Direttore, in questo calcio senza regole non servono ne clausole ne contratti, quando un giocatore inizia ad avere i mal di pancia non lo tiene più nessuno, vorrei vedere se accadesse al Berna, cosa fa la Società? lo manda in tribuna per tot anni? certamente no, quindi lo devi vendere comunque, quindi tanto vale mettergli un clausola la più alta possibile e portare in cascina almeno quei soldi, se non fai così, quando iniziano a fare le bizze, poi li devi svendere…….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*