ALZI LA MANO CHI…

Sousa in piedi

Sousa in piedi

Mi ricordo ancora benissimo la scena: ero in sala stampa e mi era arrivata la distinta con la formazione da qualche secondo. Roncaglia, Gilberto, Badelj, Joaquin in tribuna, Mario Suarez e Astori in panchina (oltre a Rossi, ma era scontato). Il mio primo pensiero è stato: “Sousa è un pazzo!”. Il secondo invece: “Si è preso un rischione clamoroso, se va bene è un eroe, se gli va male lo crocifiggono già alla prima”. E alzi la mano chi non ha pensato la stessa cosa che è passata in mente al sottoscritto. Ebbene, ha vinto Sousa, c’è da dirlo e lo ha fatto anche a mani basse, com’è anche giusto che sia, perché poi alla fine, gira che ti rigira, chi ha veramente il polso della squadra per tutta la settimana è sempre e solo l’allenatore. Evidentemente ha visto che questi giocatori erano più in forma e avevano più fame rispetto a tutti gli altri, anche perché non esiste al mondo un tecnico così masochista da fare delle scelte tafazziane per lanciare, ad esempio, messaggi alla società relativi al mercato (altra illazione del pre-gara). Questa Fiorentina è in palla, almeno confrontata al Milan, pressa, fa gioco, anche se molto più verticale di quanto eravamo abituati con Montella, e soprattutto è una vera squadra, al di là di tutto e tutti.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

69 commenti

  1. Non ci sono titolari e Sosa lo ha dimostrato, gioca chi, secondo lui, è più in forma durante la settimana; la vedo brutta per Baba perchè Sosa preferisce il centravanti vecchia maniera e Baba non è un centravanti puro, ma una punta di movimento che spazia dalla fascia al centro e si inserisce negli spazi in velocità(tutto un’altro gioco rispetto a Kalinic.

  2. supercannabilover

    Difesa a tre e tutti piuttosto bassi di altezza, Gilberto messo titolare.. domenica è girata bene però rimango ancora molto perplesso. Spero cambi in base all’attacco avversario perché così siamo un po leggeri dietro

  3. Onore a Sousa, ha dimostrato di essere intelligente e preparato, indubbiamente un passo avanti rispetto all’ultimo Montella. Ma la Fiorentina 2013 era bellissima, magica. Una squadra che doveva crescere.
    Adesso Jovetic, Ljajić e Cuadrado fanno belle altre squadre, questo ha inaridito Montella e il suo gioco. E’ finito un ciclo.
    La Viola dei Della Valle è questa, un anno avanti e due indietro, quest’anno dovevano rientrare dal deficit, forse il prossimo anno investiranno?

  4. marcolucania1973

    SOCIETA’ SANA E CONCRETA E, CHECCHE’ SE NE DICA, CHE SI VALERE CONTRO TUTTO E CONTRO TUTTI !
    I DELLA VALLE SONO PERSONE TUTTE D’UN PEZZO, CHE QUANDO DICONO QUATTRO E’ QUATTRO. PUNTO E BASTA !!! HANNO UN’IDEA DI VITA MOLTO SIMILE ALLA MIA. ECCO XCHE’LI APPREZZO MOLTO ! CAPISCO, COMUNQUE, CHE A TALUNE PERSONE POSSANO RIMANERE INDIGESTI.
    RICORDANDOMI DELL’ESTATE 2002, IO ……. GLI BACIO I PIEDI !!!
    UN SALUTO CALOROSO A TUTTI VOI RAGA’ E SEMPRE E SOLO FORZA MAGICA FIORENTINA E W LA CITTÀ’ PIÙ DEL MONDO !!!!!

  5. Ciao , ciao Montella……..anche se ero di quelli che credeva in lui

  6. luca tifa la maglia viola

    serata dura per i gufi. mi sembra normale che l’allenatore faccia giocare i piu in forma ma forse ci siamo abituati ad altre considerazioni. Ho goduto comr un riccio ieri, battere il berlusca e zio fester fa sempre piacere, c’era pure un rigore x il bilan che nongl’hanno dato. Che godimento! Poveri gufi, che serataccia. Nemmeno si sono accorti di come e’ forte Gilberto. E Mosciolivo? Ke godimento!

  7. Sousa SA che ha fatto una preparazione estiva dai carichi leggeri per poter partire a razzo..e’ stata una scelta precisa, non una scoperta. Le squadre come Roma e juve invece sono ancora imballate. Anch’io sono contento e me la godo, ma cerchiamo anche di non vendere fumo. Cmq come idea di calcio preferisco Sousa a Montella tutta la vita..credo sia un OTTIMO allenatore, intelligente e carismatico. In questa scelta do atto alla società..ma bisognerà anche verificare per quanto tempo ci sarà questa benzina. Vedremo..e intanto GODIAMO CHE MALE NON FA )))

  8. Chi ben comincia e’ alla meta’ dell’opera dice un vecchio proverbio, quindi viva il proverbio,

    si vince anche con il morale alto e piu’ importante facendo giocare ognuno nel proprio ruolo

    chi capisce di calcio lo sa (SUOSA) le improvvisazioni di solito non rendono andiamo avanti

    cosi’ e ci divertiremo!!!

  9. Del Corona hai dimenticato che Sousa è una persona seria e non fideista. Non si incaponisce con moduli e uomini, vuole vincere e per questo manda in campo i migliori. Non vincerà sempre ma per lo meno ci farà divertire come ieri sera. I tanti che scrivono non acquistano nemmeno il biglietto e per questo non sanno di cosa si parla.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*