Amerini: “Sousa deve chiedersi se merita la riconferma. Rossi non tornerà mai al top”

L'allenatore Paulo Sousa. Foto: LF/Fiorentinanews.com
L'allenatore Paulo Sousa. Foto: LF/Fiorentinanews.com

Daniele Amerini, ex giocatore della Fiorentina, a Radio Fiesole dice la sua sulla questione Sousa e non solo: “Rimango dell’idea che l’allenatore è un dipendente della società e deve lavorare con ciò che la società gli mette a disposizione e quando firmi un contratto lo sai. Sousa deve essere il primo a meritarsi sul campo la riconferma, anche lui, alla luce del girone di ritorno, deve essere messo in discussione. Deve essere lui a chiedersi per primo se merita la riconferma. Io non sono così convinto che si riparta da Sousa perché è stata una gestione strana. Pasqual è un amico e non posso che parlarne bene sia come giocatore che come ragazzo. Dispiace perdere una persona così, un punto di riferimento per la Fiorentina. D’altra parte la società ha tutto il diritto di decidere cosa fare con Pasqual che comunque è un calciatore di 35 anni. Io credo che avrebbe potuto far comodo comunque. Già da gennaio la Fiorentina cerca giocatori italiani poi non sono riusciti ed è andata come sappiamo. Rossi? Non potrà mai tornare al top quindi se accetta di giocatore part time può restare altrimenti no”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Sousa, con una squadra piu’ debole, ha, al momento, lo stesso punteggio del divin Montella della scorsa stagione…..E’ un’incompetente? Puo’ darsi, ma al momento pare a me che il problema piu’ grande sia rappresentato dalla proprieta’….che non investe, non sa fare calcio, e disconosce la nostra storia….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*