Amoroso a FN: “I fiorentini si erano fatti la bocca ad obiettivi inesistenti. La società non ha voluto migliorare la squadra”

Foto: Subbiani/Fiorentinanews.com
Foto: Subbiani/Fiorentinanews.com

Il momento in casa Fiorentina non è dei più belli perché i pareggi contro Verona e Frosinone hanno demoralizzato non solo i giocatori ma anche i tifosi e le parole di Andrea Della Valle non sono servite per riportare entusiasmo in una piazza che dopo anni era tornata a sognare davvero qualcosa di incredibile. Per parlare di questo momento Fiorentinanews.com ha contattato l’ex centrocampista viola Christian Amoroso:

Intanto le chiedo un giudizio sulla stagione della Fiorentina, perché a Firenze c’è delusione dopo i pareggi con Verona e Frosinone.

C’era troppo entusiasmo prima, quando le cose andavano bene. Conosco Firenze, si era fatta la bocca ad obiettivi inesistenti. La squadra non era costruita per vincere il campionato. Era un bel momento e ora è arrivato un momento di difficoltà. Adesso ha la classifica che merita. Per metà campionato ha fatto il calcio più bello di tutti, poi le squadre hanno preso le contromisure.

Secondo lei si poteva fare di più a gennaio per permettere a questa squadra di lottare concretamente per la Champions?

A gennaio era il momento giusto per fare qualcosa di più. Si poteva fare uno sforzo ma se non è stato fatto vuol dire che la società non voleva. Bisogna ritrovare entusiasmo perché ci sono ancora degli obiettivi da raggiungere. Basta poco, basta magari che Kalinic torna a segnare e si riparte. Ruota tutto intorno a Kalinic perché lui deve fare gol e concretizzare il gioco della Fiorentina. Lui e Ilicic si devono sbloccare. Kalinic non è Batistuta ma può far bene, non è un bomberissimo.

La Fiorentina può ancora sperare nella Champions?

La Roma sta viaggiando forte in questo momento. Spalletti ha trovato la quadratura giusta e credo che siano destinati ad arrivare terzi. Dunque la Fiorentina deve accontentarsi di arrivare in Europa League, almeno in questa stagione.

Bernardeschi, prodotto del settore giovanile della Fiorentina che ha conquistato anche la Nazionale. E’ il talento migliore che c’è in Italia?

Bernardeschi spicca perché è uno dei rari talenti italiani. E’ un ottimo giocatore. Si è sacrificato anche troppo sino ad ora perché quella posizione non è la sua. Come seconda punta renderebbe meglio, perché vedrebbe più la porta. Ora vediamo se riuscirà a confermarsi, tutto dipende da quello. L’importante non è arrivare ma confermarsi.

Un messaggio ai fiorentini, che lei conosce molto bene, in un periodo non facile per la Fiorentina.

I tifosi della Fiorentina sono esigenti e l’unico modo per svegliarli è tornare a vincere. Quando subiscono delle delusioni sono difficili da ritirare su ma la soluzione è semplice, tornare alla vittoria e con tanti, tanti gol.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. Che tifosi di me*** voi siete!
    Amoroso non ha detto nulla di diverso dalla verità.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*