Amoruso: “Babacar non è l’attaccante per Sousa. Non può fare certi movimenti”

Babacar in campo a Bologna. Foto: Fiorentinanews.com

Lorenzo Amoruso, ex giocatore e osservatore della Fiorentina, a Radio Blu parla così di Babacar, reduce da una partita molto deludente con il Frosinone: “Se arrivasse un’offerta importante per Babacar la Fiorentina la prenderebbe in considerazione ma è chiaro che se va via lui ne devi prendere un altro. Secondo me questo è un attaccante che non rientra negli ideali di Sousa, non sto dicendo che non vuole fare certi movimenti, anzi si sta sforzando, ma è un altro tipo di giocatore. Babacar diventa letale fronte alla porta ma ha bisogno di una spalla accanto che gli crea spazio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Il Baba nn è e nn sarà mai una prima punta. Basta scorrere le immagini dei suoi gol, quasi tutti da fuori area. Il fenomeno lo ha fatto da seconda punta, a Modena giocava “intorno” al centravanti. Continuare a fargli fare la prima punta, vuol dire mettere in difficoltà lui e la Fiorentina

  2. Su baba ha ragione e la penso uguale..a chi dice di cambiare allenatore invece dico che se siamo li è sicuramente grazie a lui e al suo sistema di gioco. Ha resuscitato ilicic ex morto che camminava utilizzato al meglio borja tra le linee..se cambi modulo per baba gli altri rendono uguale? Io penso di no. Il calcio è uno sport di squadra ed i destini dei singoli ruotano sempre anche in funzione di come siuovo no i compagni. Certi moduli agevolano certi giocatori e penalizzano altri..è una cosa normale da non dimenticare..

  3. Amoruso non dice niente di nuovo, è da inizio campionato che dico: Babacar non può giocare come fa Kalinic, perchè ha altre caratteristiche, tanto è vero che Sousa ha voluto Kalinic; Baba non è un centravanti, ma una punta che ha bisogno di un’altra punta(Kalinic) che giochi al suo fianco; preferisce partire da lontano, sulla fascia e stringere al centro, scambiando o andando al tiro, bravo ad inserirsi negli spazi

  4. Alessandro ale

    Pienamente d’accordo ma ormai sousa è considerato un mix tra ghandi e giovanna d arco

  5. Analisi accettabile e anche giusta.
    Ora però mi chiedo e vi chiedo: è meglio cedere uno o più potenziali campioni o buoni giocatori perchè non rientrano negli schemi del Mister, o cambiare il Mister?
    Non mi riferisco solo a Baba ma anche a Rebic, Capezzi, Basanta, Bagadur, Matos Bittante ecc tutti scartati o poco considerati da Sousa già da Moena.
    I giocatori sono un capitale della società che non va deprezzato ma valorizzato, specie i giovani che per tirarne fuori dei buoni ci vogliono anni.
    Gli allenatori invece vanno e vengono (specie da noi) e non hanno il prezzo del cartellino, quindi non li puoi ne comprare ne vendere.
    A questo punto (almeno per me) la risposta è semplice: Cambio l’allenatore e ne prendo uno bravo che sa valorizzare i giovani, utilizza i giocatori nel loro ruolo facendoli rendere al max e che non si senta un mago di schemi, moduli e della lavagna.
    Un nome? Donadoni!

  6. Secondo me amoruso ha centrato il problema e visto che sousa con ogni probabilità resterà qui solo un altro anno, ha senso vendere un giocatore giovane perchè non è adatto al gioco di sousa?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*