Amoruso: “Clausole fatte apposta per stabilire cifre delle trattative. Proprietà deve migliorare nella comunicazione”

Lorenzo Amoruso, ex-difensore viola, ha parlato a Radio Blu: “Non c’è dubbio che le clausole siano fatte apposta per trattare per non meno di una certa cifra. 50 milioni sono una cifra importante. Se Kalinic dovesse andare via andrebbe a prendere 3/4 volte tanto il suo attuale stipendio. La società non riesce ad avere una linea che metta tutti d’accordo, ormai da molti anni è così. La proprietà dovrebbe gestire meglio la comunicazione con i tifosi, senza illusioni. Se non si intende puntare alla Champions va chiarito, in modo tale che si sappia cosa aspettarsi. Tanti calciatori sono mediocri, si parla sempre di migliorare gli stessi ruoli, e la situazione resta la stessa…”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Green il tuo ragionamento sarebbe perfetto per una chiusura di bilancio di un’azienda qualsiasi ma la Fiorentina cosa c’entra ????? Nello sport c’è una cosa che conta molto di più del resto voglia di vincere, gusto della sfida, voglia di avere campioni , orgoglio di provare a primeggiare,,,,, tutto il resto non appartiene al mondo dello sport. Quindi i DV lascino e si occupino di ció che li appassiona di più e dove rendono meglio!!! Ci lascino liberi per favore.

  2. Concordo con Amoruso al 100%

  3. Ma rendiamoci conto, noi a fluttuare tra il quarto e il quinto posto, abbiamo occupato una posizione ben oltre le nostre potenzialità e questo per merito di DV. Se poi si potesse essere più chiari e coinvolgenti nelle strategie possibili, tutto di guadagnato, ma pensare a ai primi tre posti mi sembra assai velleitario.

  4. A ragione amoruso e basta. Siamo diventati l’udinese di turno poeri noi

  5. Le clausole rescissorie alla DV o alla Corvino sono semplicemente cartellini con il prezzo…. l’irrinunciabilità non esiste, volendo si può rinunciare a qualsiasi cosa – volendo – e di esempi ce ne sono… esistono invece le ambizioni e le strategie societarie… c’è chi usa le clausole e le grandi vendite per reinvestire e aumentare le ambizioni del club (v. juventus) e chi per ripianare o accantonare soldi (v. Fiorentina)… vincenti e perdenti….

  6. Amoruso ha ragione.. è sempre la solita storia…

  7. Io sono il primo a criticare i DV per come gestiscono la società però bisogna anche usare la testa…

    La Fiorentina non ha le entrate di Juventus, Inter, Milan, Roma e Napoli…

    Arrivare un anno al 3 posto ed andare in Champions League ai preliminari e l’anno dopo 4 ed andare in Europa League è un SUICIDIO!
    Perché l’anno della Champions sono aumentati i costi in generale mentre l’anno seguente non hai più quei soldi necessari per dare continuità e quindi tocca VENDERE (Milan docet)!

    Allo stato attuale i posti per la Champions League SICURI sono soltanto 2 più UN PRELIMINARE (questo non comporta assolutamente la partecipazione sicura ed i soldi, ma comporta sicuramente l’anticipo sulla preparazione estiva e un’eventuale flop durante la stagione, vedi Lazio anno scorso e Napoli due anni fa)…

    Il ragionamento di Gnigni a suo tempo era giusto ma interpretato male…
    “Ovvero partecipare alla Champions League comporta aumento di ricavi ma soprattutto di spese e senza continuità sportiva si fa la fine del 2010″…

    Per questo motivo la Cittadella e lo Stadio di proprietà più il nuovo format della Champions League a partire dal 2018 (ovvero le prime 4 squadre classificate DIRETTAMENTE in Champions League più maggiori incassi) permetterebbero il salto di qualità…

    Il problema è cosa ne pensano i DV?
    Che intenzioni hanno?

    Inter e Milan non staranno a guardare ancora per molto!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*