Amoruso: “Il mercato della Fiorentina resta da sei. Sarei super contento se i viola arrivassero quarti”

Lorenzo Amoruso, ex giocatore e osservatore della Fiorentina, parla così a Radio Blu: “Per me il mercato dei viola resta da 6 perché è stato fatto bene ma è corto. Qualche giocatore è andato oltre le aspettative ma è una rosa corta per una squadra che vuole rimanere su tre competizioni. Arriveranno i periodi con piccoli infortuni o squalifiche. Sousa ha plasmato anche i non titolari in maniera perfetta perché il gioco della Fiorentina non cambia anche quando non giocano i titolari. Anche la dirigenza è sorpresa dai risultati, sarei super contento se la Fiorentina arrivasse quarta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. Nazione Toscana

    Non dice nulla di strano st’ometto.
    Conferma quello che ha sempre detto, anche di fronte all’evidenza del contrario.
    Perlomeno e’ coerente, diciamo così.
    Col tempo spariranno tutti quelli come lui, com’è successo a montella e ai suoi tifosi monnezzari.
    Sono già tutti sul carro a tifare Fiorentina, gli ex tifosi di Montella.
    Un carro di monnezzari.

  2. …..perfetto come giudizio, nel senso che non può che portarci bene! Si, diciamolo siamo da quarto posto, ma possiamo solo migliorare e se le altre ( quelle che hanno speso milioncioni di Euri) non stanno in …..campana, magari facciamo il colpaccio….

  3. t_sta di c__z_

  4. prima mordi qualcosa così espelli il veleno….poi parla! Ma….a sua parziale discolpa dobbiamo dire che molti (io compreso) ad inizio campionati pensavo ad un mercato modesto e ad una coperta corta, ma di fronre all’evidenza non ci si può tappare gli occhi !! Sputa Lorenzo sputa, poi parla.

  5. In questo caso vale il vecchio adagio “per scrivere di ippica non occorre essere stato cavallo”!
    Non tutti gli ex calciatori, per il solo fatto di aver calzato gli scarpini e aver calpestato il prato, sono in grado di fare analisi corrette e di formulare giudizi appropriati. Quando poi si tratta di un ex col dente avvelenato, i suoi giudizi lasciano il tempo che trovano.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*