Questo sito contribuisce alla audience di

Amoruso: “In Fiorentina le decisioni sui rinnovi vengono prese più badando all’aspetto economico che a quello tecnico”

Lorenzo Amoruso a Lady Radio: “La Fiorentina continua a sbagliare i tempi dei rinnovi. Cerca sempre di risparmiare e aspetta troppo tempo. Da Montolivo a Neto passando per Ljajic il problema è lo stesso. Il dirigente deve capire se potenzialmente il calciatore può esplodere e dopo aver speso diversi milioni, e aver creduto in certi giocatori, il rinnovo del contratto deve essere automatico ma non all’ultimo minuto. Certe decisioni vengono prese più badando all’aspetto economico che all’aspetto tecnico e una società di calcio questi atteggiamenti non se li può permettere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Domanda ma siete sicuri che sbaglino i tempi o lo fanno di proposito perché passi Montolivo poi Liajic ora Neto dopo toccherà a Savic e poi a Babacar , il vero problema è che in questa società Don Diego ha dato delle direttive risparmiare .Capisco che i soldi non sono i miei ma continuando di questo passo mi sa tanto che i migliori se ne vanno e di migliori ci metto anche e soprattutto l’allenatore.

  2. premesso che l’atteggiamento della dirigenza per quanto riguarda i rinnovi è indifendibile e per niente lungimirante, non sopporto le perpetue critiche di certi personaggi squallidi che non aspettano altro che tirare ….. verso la società che ha dato loro il benservito…

  3. “… certe decisioni vengono prese più badando all’aspetto economico che all’aspetto tecnico …”
    assolutamente d’accordo !

  4. L’ho scritto e riscritto, finchè in società ci sarà una figura come quella di Gnigni la musica non cambia.
    Gira tutto intorno al Don Arpagone di Diego, Neto lo hanno perso per 150 mila euro a giugno, ora gli tocca sganciare sette otto volte tanto quella cifra per cercare di tenerlo, e forse non bastano !
    E chi bisogna ringraziare…………Gnigni !!!!!!

  5. Se è cosi e almeno per me lo è visto che da 2 anni dico che questo è il nostro vero limite credo che nn centri nulla la bravura deidirigenti, a loro che gli interessa di risparmiare?
    Comunque l’errore vero è stato il ma cato rinnovo di Lajicic, anche quello di Romulo qiesta estate o il controriscatto di Cerci un anno fa, ormai era esploso quindi era meglio regalare 2 mln al toro che prender e in totale 5 ma ormai è fatta.
    Peró ci stanno dei parametri un po troppo rigidi che andrebbero cambiati anche se la permanenza di Cuadrado resta un buon segnale e il prosegui del campionato lo mostrera’, già la gara con l’empoli probabilmente

  6. si continua a sbagliare i tempi dei rinnovi cercando forse di risparmiare vedi Montolivo, Neto e Ljajic, continuando a comprare giocatori infortunati, evidentemente si tiene più all’aspetto economico che a quello tecnico

  7. *a disposizione

  8. Il problema è sempre Cognigni.
    Prendete il DS Marino, lui fa i contratti ai giocatori o rinnova sempre sulla durata di 5 anni.
    Perché tanto se lo deve vendere ci riesce, poi se dovesse scoppiare dopo 3 anni ad esempio,rimangono 2 anni ha disposizione per rinnovare subito.

    Stiamo aspettando troppo per rinnovare il contratto a NETO,SAVIC,CAPEZZI,VECINO,BABACAR e BERNARDESCHI.
    A questi scade fra un anno o a giugno.
    E noi non siamo il Real Madrid dove possiamo permetterci di rinnovare all’ultimo.
    Cognigni sta facendo anche lui danni.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*