Amoruso: “Normale che Sousa non sia contento, ha perso il difensore più forte. Serve un cambio di passo sul mercato”

Lorenzo Amoruso, ex giocatore e osservatore della Fiorentina, parla così a Tuttomercatoweb.com del calciomercato di casa viola, soffermandosi principalmente sulla cessione di Savic: “Era l’unico giocatore che poteva permettere alla Fiorentina di fare cassa e in società prevale la politica dell’autofinanziamento. La trattativa ha permesso alla squadra di accogliere Mario Suarez che è un ottimo giocatore che copre un ruolo scoperto. Il problema della cessione del montenegrino è che non ci sono sostituti in rosa. Ad esempio Basanta non ha le stesse caratteristiche”. E poi sulla reazione di Sousa, non certo contento della partenza di Savic: “E’ normale quando il tecnico perde da un giorno all’altro il difensore più forte per cattiveria e velocità. Gonzalo è bravo in fase di costruzione. Il mercato ancora non è decollato del tutto, spero che capiscano che servano nuovi giocatori perché le altre si stanno rinforzando, compresa la Sampdoria. Servono maggiori garanzie sia a centrocampo che in difesa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Ha detto tutto perfettamente Franco48.

  2. Ma che dici?

  3. Giuliano, Viola Club Gruppo Ciociaro

    Cos’è che ha perso la Fiorentina ? Il difensore più forte che aveva ?
    Con tutto il rispetto per tutto e tutti : ma per piacere !!!!!

  4. Te Lorenzo di passi dovresti farne 3…..

  5. L'Omino di Ferro

    Ora capisco perché la tua carriera da osservatore è durata poco … Quoto Franco48 in tutto e per tutto. Savic due mesi fuori e abbiamo fatto il miglior filotto della stagione …

  6. Te di forte avevi lo scarpone

  7. Caro Amoruso con tutto il rispetto he provo per te ti dico c he questa volta ha toppato in pieno. Savic non era il più forte diffensore che avevamo in casa, con Lui in campo abbiamo preso imbarcate della madonna anche per colpa sua. L’ unico che resta il migliore della difesa è sempre Gonzalo, infatti sarà una coincidenza ma nell’ 80% delle gare perse Lui non era in campo, mentre Savic c’ era. Anche quando partì Nastasic si pianse ma poi si è visto che il salto di qualità non roba per tutti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*