Amoruso: “Se Gomez va mi aspetto un titolare in difesa. Ma questa società non ambizione e futuro”

A Radio Blu l’ex difensore viola Lorenzo Amoruso commenta le vicende di mercato, e non solo, della Fiorentina: “Auguriamoci che Gomez possa andare via, immagino che una certa cifra potrebbe essere concessa alla Fiorentina, oltre all’ingaggio risparmiato: a quel punto diventerebbero sui 10-11 milioni che teoricamente Corvino potrebbe riutilizzare sul mercato. De Maio è un discreto giocatore, un buon comprimario per il Genoa, ma non è il titolare che serviva. Mi aspetto, se Gomez dovesse veramente andare, che possa arrivare un titolare da utilizzare magari non sabato ma nel futuro sì. Io però non vedo un futuro prossimo per il semplice fatto che la società non ha voluto investire nello scorso gennaio quando c’era la possibilità di arrivare in Champions League: significava incassare tanti soldi e programmare per il futuro. La storia mi insegna che le squadre delle metropoli prima o poi ritornano sempre. E’ l’ambizione che non respiro assolutamente in questa società”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

32 commenti

  1. Volevo non scrivere più, ma qualcosa ancora devo dirla.
    Vedi S69, ho letto un po’ di tuoi commenti da qualche tempo a questa parte, e noto un qual certa ignoranza sulle cose. Lasciati dire …
    Penso l’abbia capito quasi chiunque che la proprietà attuale non vuole avere a che fare con chi è stato dirigente sotto Cecchi Gori. Vale anche per Antognoni, per i motivi che chi ha scritto prima di me ha sinteticamente (ma in maniera ben esplicativa, direi) illustrato (magari leggili, se hai qualche minuto da dedicare). L’idea che qualunque proprietà della Viola debba avere Antognoni è una fantasia che ha solo Antognoni stesso, oltre a suo figlio e a qualche altro sganciato dalla vita reale.
    Su Amoruso (che non conosco personalmente, non capisco il tuo virgolettato), concordo con i molti che notano che non ha altro tempo che parlare male della Viola, spesso e da tempo. Ma forse sarà una scelta editoriale di Fiorentinanews, quella di voler metter in cattiva luce Amoruso …
    Su Montuori lascia che dica alcune cose, a te che vivi nel retorico mito dell'”unico 10″ e non sai niente di cosa c’era prima (e anche cosa c’è stato dopo, ricordi un certo Baggio?). Montuori era l’unico 10 della Fiorentina che nei secondi anni ’50 vinse uno scudetto (magari se tu lo sapessi cambieresti acronimo, che so, S56-69 o giù di lì) e arrivò 4 volte seconda, pur essendo nato in Argentina giocò con la nazionale italiana. Montuori giocò solo nella Fiorentina, nella quale smise per un grave problema agli occhi (non solo Antognoni ha “quasi dato la vita” per la Viola, sai?), non andò via ma finì gli anni lavorando alla Biblioteca Nazionale e allenando i giovani dell’Isolotto. Quando morì, nel 1998 (al suo funerale, all’Isolotto, c’era anche Antognoni), alla cancellata dello stadio apparse uno striscione: “In questo stadio, nei nostri cuori, ci sarà sempre posto per il grande Miguel Montuori. Firmato la tua Firenze”. Ovviamente, non posso sperare che l’abbia messo tu …
    Ti saluto, lasciandoti nella convinzione di avermi spettinato e nell’attesa che ci compri un gruppi imprenditoriale che ci porti a vincere i trofei che tanto sogni.
    Stammi bene, te e i tuoi amici. Andate allo stadio e studiate. Se non lo farete, il mondo andrà avanti lo stesso.

  2. @contabile di sta ceppa: Giancarlo Antognoni non deve chiarire niente. Come dice giustamente S69 ha dato tutto per la Viola, con gli errori che chiunque può commettere..piuttosto mi sembra che sei tu a dover chiarire se sei un uomo o uno zerbino..ma la risposta mi sembra chiara.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*