Antognoni: “Bernardeschi? Il prototipo del giocatore moderno. Pepito deve superare il blocco psicologico”

La bandiera viola Giancarlo Antognoni, che ha partecipato a un evento benefico a Firenze, ha parlato a Radio Bruno di due giocatori viola : “Bernardeschi sta crescendo, ha bisogno di giocare. Sousa lo considera molto. E’ un giocatore moderno che fa la differenza. Gioca bene in entrambe le fasi ed è quello che un allenatore cerca al giorno d’oggi. Pepito? Deve superare il blocco a livello psicologico. Non si può pretendere che sia al top ma credo che pian piano migliorerà”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. La colpa dello scivolamento al terzo posto non è colpa di Rossi. Si doveva prevedere che bene che vada gli occorrono mesi per ritornare ad una condizione accettabile ma della Società che si affida sempre allo stellone e non fa programmazione adeguata allestendo sempre rose incomplete non idonee per “rimanere al posto la dove siamo cioè al nostro posto” (parole di DDV). Bernardeschi se non dovesse riciclarsi come esterno sarebbe il 10 migliore del torneo (Basilea docet). Ora anche contro 12 poi!!

  2. Su ROSSI ci vuole tempo purtroppo ancora ritarda ad entrare in forma. Secondo me è normale che impieghi ancora tempo. Ma Del Piero quanto tempo ha impiegato per tornare ai suoi livelli ? Quasi 2 anni. Metterlo contro il BASILEA hanno picchiato KALINIC ed era sano. ROSSI lo avrebbero massacrato ancora di più. Si doveva comprare un altro attaccante. ROSSI VAI AVANTI !!!!!!!!!! Un giocatore più muscolare e possente di fisico impiegava ancora + tempo. Il suo fisico meno muscolare facilità il rientro

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*