Questo sito contribuisce alla audience di

Antognoni: “Per Thuram era fatta, poi il Principe disse no. Nedved? Se non avessimo preso Rui Costa…”

Giancarlo Antognoni, nel corso dell’intervista rilasciata al Corriere dello Sport-Stadio parla di alcuni retroscena di mercato:”Nedved, anche se domani sarà in tribuna da avversario, siamo stati forse i primi ad andarlo a vedere, poi prendemmo Rui Costa e, forse, sbagliando, pensammo che fossero due giocatori simili. Thuram? Avevamo già fatto il contratto col giocatore. Quando dovevamo definire con la società, il Principe Ranieri disse no. Non è che si parlava con lui, fu il presidente del Monaco a dire che non ce lo davano. L’anno successivo poi, Thuram andò al Parma per una cifra raddoppiata rispetto a quanto avevamo pattuito noi: 5,5 miliardi di lire contro gli 11 pagati dal Parma.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Se fanno comandare Cognigni e’ inutile tenere Antonio in questa societa’.Uno guarda solo la quantita’ (dei soldi che entrano),l ‘altro la qualita’ (dei giocatori da prendere).Spero solo che Corvino chieda il parere del Capitano prima di tornare col solito carico di “IC”

  2. Intendevo schiantare detto per me ovviamente

  3. Giancarlo ho visto il primo scudetto a 6 anni ed il secondo a 18 , del periodo di Nedved o Rui Costa so tutto.
    Per favore pensa al presente e vedi se prima di schiantare mi fai rivedere uno scudetto.

  4. Prima di lui i DV ascolteranno le competenze calcistiche di Cognigni, Rogg, Mencucci, Freitas e Panerai… Il suo ruolo sarà il parafulmine, ma almeno meglio che le racconti lui le fregnacce dei braccini piuttosto che altri impiegati dell’Azienda Fiorentina.

  5. Ho capito che lui non avrà voce in capitolo sulla parte tecnica! Io gli avrei dato il posto di cognigni!

  6. Poi c’è qualcuno che dubita che questo ci capisca di giocatori

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*