Questo sito contribuisce alla audience di

Antognoni fa visita ad un Cecchi Gori in grande forma FOTO

Giornata in esterna per Giancarlo Antognoni che per conto della Fiorentina ha consegnato a Vittorio Cecchi Gori una targa celebrativa per i suoi anni di presidenza a Firenze. A testimoniare la visita è stata la moglie di Antognoni con un post su Facebook e una foto che ritrae appunto Giancarlo con un Cecchi Gori in forma rispetto alle foto che avevamo visto girare qualche tempo fa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20 commenti

  1. Richiamiamolo in società per meriti sportivi, lui era andato in Argentina per prendere Latorre e invece ci ha preso BATISTUTA, grande Vittorio, impiedi sulla balaustra, bei tempi.

  2. Nn potrò mai scordare quei lunedì dove si parlava della Florentia a pagina 32 della Gazzetta(ovviamente al bar perché non acquisto quel giornale di m***a dal 1982, de Laurentiis ha tutta la mia condivisione e solidarietà. la stampa sportiva è tutta ipocrisia, servilismo ai poteri forti ed attaccamento alla poltrona. Ce ne fosse uno che ha il coraggio di dire la verità,… penosi). ..

  3. Caro simo 70..tutti ci siamo fatti bene e c2…meglio quelle che condannato x illecito sportivo

  4. Ti sbagli lui era tifoso romano. ..non viola stai tranquillo io le vicessitudini le conosco meglio di te
    .visto che mi sono fatto 2 campionati di b e 1 di c2

  5. Io c’ero in b e in c2. ..forse voi seguivate altre squadre. ..e vi assicuro che le umiliazioni prese dai pisani pratesi sono peggiori di non vincere niente. ..

  6. Cecchi gora? Sembra una signora. ..;)

  7. Io rimpiango il su babbo e la su mamma. Tifosi veri ! Lui l’è un poero grullo che si è “spolverato” il patrimonio di famiglia.

  8. Prima di vincere quello che ha vinto Cecco, questi padroni di adesso hanno bisogno di mezzo secolo, due o tre stadi nuovi, un qualche centinaio di plusvalenze,un migliaio di news di calamaio e bocchione ecc.ecc.

  9. Se non penso al fallimento e alle retocessioni .Direi non poco.
    Cecchi Gori eRa il mio presidente

  10. Rimpiangiamo Vittorio. Ero esaltato il giorno che sono andato allo stadio di Pistoia a vedere il derby con l’Aglianese. Ma per favore. Il giorno del fallimento è stato come perdere un familiare. Ma la memoria dove l’avete.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*