Antognoni: “La Fiorentina ha riacceso la mia luce. Il giorno che tornerò in sede sarà il più bello della mia vita”

Antognoni allo stadio. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Ormai pochi dubbi sul prossimo rientro in società da parte di Giancarlo Antognoni ed è lui stesso ad approfondire il tema a Calciomercato.com: “Amo Firenze. Così come amo la Fiorentina e tutta la sua gente. Un amore che ho sempre sentito ricambiato anche nei momenti di maggiore difficoltà per me e per la società viola. C’è chi afferma di sentire i colori della maglia addosso. Ebbene, io il viola lo sento addirittura dentro e non soltanto sulla pelle. Sono trascorsi quindici anni dal giorno in cui, per motivi assortiti e non solo dipendenti dalla mia volontà, fui costretto a lasciare quella che sento essere casa mia anche dal punto di vista extra professionale. Una separazione estremamente dolorosa e per certi versi anche inspiegabile che soltanto grazie alla mia famiglia e agli amici fiorentini i quali non mi hanno mai abbandonato sono riuscito a rendere sufficientemente sopportabile. Però dentro fremevo e stavo male. Ora, anche se è ancora da definire perché sia ufficiale, tornare a casa è come se improvvisamente si riaccendesse la luce dopo tanto buio. Posso dire, fin da subito, che il giorno in cui entrerò in sede per mettermi a lavorare sarà il giorno più bello della mia vita professionale. Lo potrei paragonare al momento in cui, in Spagna con Bearzot, diventammo campioni del mondo anche se fui costretto a disertare la finale con la Germania. Quella fu la mia nazionale del cuore. Con la differenza che la Fiorentina è stata e sarà per sempre unica. Mi spiace solo che il tempo passi e che, io come tutti, sia un poco invecchiato. Ma al pensiero del ritorno, al di là dell’anagrafe, mi eccita come un ragazzino. Così tornerò a girare il mondo, nel nome della mia Fiorentina. Ma, sia chiaro, per lei non sarò soltanto una bandiera”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

31 commenti

  1. mirko visto che c’è l’anniversario dell’alluvione rivivila in diretta e buttati in arno

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*