Questo sito contribuisce alla audience di

Antognoni: “Sousa ha fatto un capolavoro, speriamo di continuare ancora con lui. Firmerei per vincere la Coppa Italia”

Da pochissimi giorni, Giancarlo Antognoni è rientrato ufficialmente in società nella veste di dirigente. La prima partita in campionato dell’Unico 10 è coincisa con una grande vittoria dei viola, accompagnata da una splendida coreografia della Fiesole a lui dedicata: “Devo ringraziare i tifosi viola che mi hanno dimostrato il loro affetto – ha detto Antognoni a Radio Anch’io Sport – E poi la grande prestazione della Fiorentina contro la Juve. Migliore esordio non poteva esserci. Un merito particolare va all’allenatore che è stato criticato in certe circostanze, ma che ha fatto un capolavoro, vincendo la partita a centrocampo e spostando Sanchez in difesa. Credo che la Fiorentina già abbia una dimensione internazionale, perché siamo in Europa da diverso tempo. Superare quel piccolo gap che ci separa dai più grandi non è facile. La proprietà vorrebbe qualcosa di più ma credo che sia solo questione di tempo e riusciremo a vincere quel trofeo che ancora manca”.

Sulla sua esperienza attuale: “Sono sempre stato legato alla Fiorentina anche quando non ci vivevo dentro. Adesso faccio di tutto, il mio è un lavoro a 360 gradi. Sousa alla Juventus? Credo che sia un allenatore bravo e c’è questa problematica. Da professionista com’è riuscirà a fare bene fino in fondo e ci auguriamo che rimanga ancora. Non credo che il suo passato juventino gli sia costato antipatie. E’ stato accettato in modo ottimale ed ha un buon rapporto con la gente”.

La rivalità con la Juve: “E’ sempre stata così. Non so da dove nasca questa antipatia nei confronti della Juventus, si sviluppa proprio dagli anni Settanta in poi, forse perché in Toscana, a parte Firenze, ci sono molti tifosi juventini”.

Su Bernardeschi e Chiesa: “Dovrebbe essere una prerogativa della Fiorentina e delle squadre italiane di insistere sui settori giovanili per portare giocatori in prima squadra. Noi abbiamo Bernardeschi, Chiesa e Babacar che sono prodotti nostri su cui insistiamo”.

Sugli obiettivi stagionali: “Adesso arriva il difficile in Coppa Italia perché abbiamo da affrontare prima il Napoli e poi la vincente di Juventus e Milan. Però firmerei per vincere la Coppa Italia, perché l’Europa League è ancora più impegnativa vista la presenza di grandi squadre internazionali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. ieri s’è fatto bene perchè finalmente ha messo più o meno la gente giusta al posto giusto.

    fuori tello e tomovic e vecino che gioca più avanti. io metterei anche cristoforo al posto di borja o di badelj e a questo punto valuterei anche sto sportiello.

    più proverei hagi

    forza viola

  2. Molti tifosi viola meritebbero una squadra e un allenatore da quartultimo posto….

  3. Con tutta la collezione di Ic che abbiamo,a parte il grande Kalinic,e qualche altro scarso,ci farebbe poco anche Conte,Capello o altri….mettere dentro Hagj ora!

  4. sousa ieri l’ha azzeccata con sanchez e il centrocampo a 4!! ora testa al chievo!!

  5. ….caro antogno disilluditi….il ridimensionamento passa anche dalla partenza di sousa. peccato.

  6. Grande Antognoni, la vittoria di ieri è anche un regalo che la squadra e Sousa hanno fatto a te e a tutti noi viola. SFV e FORZA SOUSA

  7. Sousa è meglio che se ne vada a fine campionato, il che mi sembra che sia, per fortuna, anche il suo desiderio. Ci ha messo due anni a decidersi a provare un centrocampo a tre, e non vuole ancora provare seriamente la doppia punta… vaia vaia

  8. Prima pisciata fuori dal vaso da parte di Antognoni. Non ha forse capito che Firenze ha piene le pxxxe di Souza? Ho il sospetto che la formazione di ieri sera non l’habbia fatta il portoghese: troppo intelligente per le sue limitatissime intuizioni.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*