Antognoni: “Vogliamo tenere Bernardeschi, ma i matrimoni si fanno in due. I Della Valle faranno il possibile”

Un altro estratto del pensiero di Giancarlo Antognoni a margine del premio Giacinto Facchetti e dopo le parole su Kalinic ecco il pensiero dell’Unico 10 su Bernardeschi: “E’ un patrimonio della Fiorentina e vogliamo che continui ad esserlo. I Della Valle faranno ogni sforzo possibile per tenerlo a Firenze ma è chiaro che i matrimoni si fanno in due, se non in tre a volte. Pioli è un profilo giusto per la panchina della Fiorentina“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. Antognoni è diventato aziendalista è un ruffiano è stipendiato e non può parlare. Ma intelligentoni del cavolo , non è possibile che ora essendo coinvolto (almeno per udire i diretti responsabili) ci stia dando giudizi più consapevoli ed equi ? Solo gli imbecilli non cambiano mai idea.

  2. Prima di parlare di ANTOGNONI sciacquatevi la bocca più volte . Lui con la società e il mercato non c entra nulla può date consigli. Lui deve essere presente alle partite e allenamenti avete un dialogo e rapporto con i calciatori poi quando parla lui è un campione del mondo e fuoriclasse del calcio i giocatori 27 ragazzi viziati in mutande. Questo potrebbe farlo con qualunque squadra lo fa con noi perché ci ama. Quindi silenzio si alza il sipario entra la leggenda. ROSICONI.

  3. Marcello Vanni..la speranza era quella che entrando in società facesse valere la sua storia e il suo carisma nonché limmensa fiducia del popolo viola..sicuramente già detto se doveva entrare in società e parlare come cognini poteva stare a casa..FV

  4. Marcello(Marcello Vanni)

    Scusate ma avete voluto che Antognoni fosse assunto in soscieta ora vorreste fosse un capo popolo anti soscieta ma scrivete prima di cena che è meglio

  5. Certo che se pensavate che Antognoni dicesse per forza quello che volevate sentirvi dire,o non lo conoscete oppure avete sbagliato persona. E quando dice,ed è già la seconda volta in un mese,che non si può paragonare il suo tempo,quando il cartellino di un calciatore era di esclusiva proprietà della società anche con il contratto scaduto,mentre adesso le società contano un decimo di allora e i giocatori vanno dove gli pare e quando gli pare,almeno che tu non riesca a soddisfare ogni loro richiesta economica,lo dice perché è la pura verità. Ma voi continuate coi braccini,se si vuole tenere un calciatore e che ci vuole,per acquistare un campione e che ci vuole e via andare imperterriti come i muli.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*