Antonelli: “La Fiorentina vuole ricreare nuove patrimonialità”

Il mercato, finora, svolto dalla Fiorentina e i pareri che arrivano dall’esterno su quanto fatto dai viola. L’ex direttore sportivo di Torino, Siena e Bari, Stefano Antonelli, si esprime così: “La Fiorentina vuole ricreare un progetto giovane e nuove patrimonialità” ha detto Antonelli al Corriere dello Sport. Per l’ex difensore dell’Inter, Francesco Colonnese invece “la Fiorentina deve operare in difesa e avanti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Cisko73, era un azzardo, seppur piacevole per noi tifosi, ma non certo un investimento. Sai quante magliette devono vendere per recuperare?

  2. Ma perché ogni calciomercato partiamo da zero soldi quando chiudiamo i mercati precedenti in attivo e restituito quasi tutti i prestiti con diritto di riscatto e ci liberiamo anche di monte ingaggi con fine contratti o cessioni?

  3. Goblin,
    diciamo che a gennaio avrebbero potuto rischiare e investire.
    Poter vincere uno scudetto avrebbe allargato il bacino di utenza.
    Pensa solo al Leicester che dopo lo scudetto ha attirato attenzione a livello mondiale di sponsor e di nuovi tifosi.
    Cosi come lo stesso Manchester Utd!!!
    Ma se invece si punta ad arrivare sesti ogni anno, allora il tuo ragionamento non fa una piega.

  4. Certo Cisko73, le società di calcio sono un “enorme” fonte di profitto, per questo tutti quanti ci investono (poi mi dici chi in Italia, a parità di introiti investe di più, al massimo una squadra), chissà come mai non ci pensano anche altri imprenditori, basta così poco eh? Quindi secondo il tuo ragionamento spicciolo 50 milioni di Euro (mica bruscolini…) a babbo morto , com sponsor, sarebbero un “investimento”…

  5. Avanti, forza, è chiaro che i ciabattini hanno mollato il colpo.
    Tutte balle che ci fanno credere quelle del fair play finanziario.
    Per aggirarlo basta scrivere Tod’s sulle maglie e mettere dentro 50 milioni.
    In questo caso passerebbe come sponsor.
    Non lo faranno mai perché a loro del risultato sportivo non interessa.
    Per loro la Fiorentina è una aziendina di famiglia che va venduta al momento giusto per realizzare un enorme profitto

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*