Questo sito contribuisce alla audience di

“Antonio” capofila dei rimpianti

In un Mondiale scandito dalle grandi assenze, dovute ad infortuni e a scelte discutibili da parte dei commissari tecnici, si sono aggiunte negli ultimi due giorni anche quelle pesantissime di Neymar e Di Maria. I due talenti di Argentina e Brasile sono però solo gli ultimi di una lunga serie di rimpianti che hanno caratterizzato la storia dei Mondiali. A partire da Pelè che saltò solamente la finale di Cile ’62, il Corriere dello Sport ricorda anche Giancarlo Antognogni, l’unico 10, capitano storico della Fiorentina che perse la finale della vita, quella con la Germania del 1982, per un maledetto contrasto con il polacco Matysik. La storia vede poi i casi di Passarella che saltò tutto il Mondiale del 1986 all’azzurro Nesta, infortunatosi nel ’98, nel 2002 e nel 2006.

© RIPRODUZIONE RISERVATA