Questo sito contribuisce alla audience di

Aquilani, la cessione non è un tabù

AquilaniUdineseAlberto Aquilani si trova a Firenze, dove è tornato al termine delle proprie vacanze e si sta allenando in compagnia di Rebic. Il centrocampista ha il contratto in scadenza con la Fiorentina ed è in trattative per rinnovarlo. Pradè ha già detto che la sua, per il momento, non è una priorità. Il Corriere dello Sport-Stadio mette sul piatto l’ipotesi che l’ex Liverpool possa pure andarsene nel corso dell’estate. La società ha la possibilità di decidere il da farsi: alzare la posta rispetto a quanto già offerto (due anni di ulteriore accordo ad ingaggio ribassato), farlo giocare un altro anno e arrivare in fondo al suo contratto, oppure venderlo adesso e con i soldi che entrano cercare un’alternativa di qualità.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

29 commenti

  1. per me aquilani è sottovalutato; borja dopo le giornate di squalifica è sparito; se non c’era il principino avremmo perso ancora più incontri; è vero: non tira più in porta, ma insegue gli avversari e rilascia qualche sana scarpata (unico nel ns centrocampo).
    dispiace dirlo ma invece di risparmiare sull’ingaggio dei titolari la fiorentina farebbe meglio a vender bene i vari cerci, romulo e cassani che abbiamo pressoché regalato.. come dei veri tonti

  2. Claudinski, se Aquilani prende 1,8 al lordo ci costa 2,7 circa, non 3,6.
    Ma credete ancora alla favola che i giocatori paghino il 100% di tasse sui loro stipendi?

  3. oh Reginaldo a me sembra che alla fine dei conti chi non parla mai di Fiorentina sei te.
    Ogni cavolo di notizia ci tocca beccare te che riprendi qualcuno, troll o tifoso che sia, spezzettando la discussione.

    Attento poi che ci passi male pure te, perchè risponderai pure alle offese, ma uno che fa una capatina nel sito non capisce chi abbia o meno iniziato, io per primo.

    Tornando alla notizia dico solo che il centrocampo è a secco, mi spiacerebbe in una sua cessione per risparmiare l’ingaggio

  4. Fradiavolo, quelli che offendono sono i soliti noti che dopo un po risultano irritanti..è normale che la gente poi si alteri.
    Se scrivessero in modo civile nessuno avrebbe niente da dire e di utenti che criticano e non vengono mai toccati ce ne sono..

  5. Fradiavolo certo che ognuno puó dire la sua e criticare quando ci sta di farlo o pensa sia il caso e se vuole essere ripetitivo ok peró che non ha senso farlo anche in articoli dove si parla di altro e soprattutto con modi che a volte son peggio di quelli usati in questa occasione da Mau che dopo un miliardo di commenti si è risentito,
    guarda che tante volte chi critica proprietà e dirigenti è andato sul personale con chi semplicemente diceva cose diverse, con chi difendeva la società su tutta la linea e su chi non si schierava,

  6. AceBati, ritengo comunque che ognuno possa pensarla come vuole anche se si ripete nel dirlo ,il problema ACE è un altro oltre a Mau46 gli sè aggregato anche Reginaldo che da dei gobbi a chi non la pensa come lui e loda il mess. di Mau46 che offende comunque delle persone che civilmente scrivo in questo sito ,ora mi chiedo bisogna per scrivere in questo sito iscrivewrsi al vecchio KGB o alla vecchia STASI visto per come si comportano alcuni soggetti che scrivono in questo sito.

  7. Io su Aquilani ho già detto altre volte che è un buon giocatore, però penso che la società faccia bene a proporgli la riduzione dello stipendio, che se è vero che prende 1,8 ML secondo me sono troppi, poi per quello che dice Mau non condivido solo le velate offese, poi per quanto dice di guardare al di là degli appennini sono d’accordo infatti io tempo fa dissi proprio che Bologna era solo a 70 Km da Firenze.

  8. Aquilani e’ il nostro 10….gia’ mi dette noia l’altro giorno vedere il 10 sulle spalle di Gomez, in amichevole………non confondiamo, lui il 10 lo prese, lo scelse ed e’ suo……e se prese il 10 non gli mettete in bocca cose che non dira’ mai, lui vuole Firenze per sempre.

  9. Standing ovation per Mau46..
    Troll gobbi andatevene sul vostro sito

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*