Aquilani: “Potevo restare alla Fiorentina ma ho preferito l’estero. Non sono ruffiano, ho cercato di convincere la gente con i fatti”

Aquilani Grande

Alberto Aquilani ha lasciato la Fiorentina la scorsa estate alla scadenza del contratto e a Sky torna proprio a quel periodo parlando delle sue tre stagioni con la maglia viola: “L’inizio è stato piacevole e positivo. C’è una grande atmosfera e un grande stadio. Potevo rimanere nel calcio italiano e nella Fiorentina, però il calcio è questo, ci sono dei momenti in cui devi scegliere. Ho fatto tre anni buoni in viola, anche se l’ultimo è stato un po’ più complicato, però avevo voglia di fare questa esperienza all’estero (con lo Sporting Lisbona n.d.r.). Non sono mai stato un ruffiano, ho sempre cercato di portare la gente dalla mia parte e non con le chiacchiere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. Possiamo farti gli auguri per la tua nuova esperienza e ringraziarti per quello che hai fatto a Firenze!

  2. Nazione,
    Non vedo cosa centri Montella
    io aquilani per la panchina,a circa 600.000,l’avrei tenuto(come vargas e basanta)
    se tu preferisci verdù (per esempio) buon per te
    lui sarebbe come hai detto tu, un giocatore per una squadra da scudetto? ognuno ha le sue opinioni
    secondo me ci sarebbe stato più utile aquilani

    poi se mi chiedi di montella,ho scritto molte volte che avrei voluto spalletti
    detto ciò, montella avrà fatto i suoi errori,l’esonero non ci stava, ma va in ogni caso ringraziato..

  3. La dimostrazione che i tifosi Fiorentini meritano di ritornare a giocare a Gualdo

  4. Non nutro particolari rimpianti per Aquilani ma concordo con BatiRui, il suo l’ha fatto.

    È stato giusto svecchiarsi, ma le prime 2 stagioni ha dato un ottimo contributo ed è venuto stipendiato dal Liverpool, quindi anche un buon affare economico.

    Non è un campione ma per fare un esempio è preferibile a Mosciolivo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*