Aquilani: “Sousa bravo e intelligente a proseguire il lavoro di Montella”

Alberto Aquilani, ex centrocampista della Fiorentina, parla così del nuovo corso di Paulo Sousa nato dopo l’addio a Montella: “Ad inizio stagione avrei messo la Roma come favorita assoluta per lo scudetto. Fiorentina? In Portogallo mi chiedono tutti: ‘Hai visto Paulo Sousa?’ La scuola di allenatori portoghesi è davvero competitiva, tatticamente preparatissima. Sousa sta facendo grandi cose, è stato intelligente nel proseguire il lavoro di Montella e bravissimo ad aggiungerci altro del suo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Bravo Matteo. Hai centrato esattamente il problema. Aggiungo che Montella ha rovinato Mario Gomez e Ilicic, Joaquin e Badelj, ha mandato via Vecino ecc.ecc. Il gioco di Montella era solo di Montella e di nessun altro allenatore. Un gioco tutto votato a tenere palla a cantrocampo e poi lanci di 30 metri a quel povero Gomez stretto sempre da tre difensori. Una difesa a tre senza protezione davanti come invece ha fatto Sousa con Badelj e Vecino. Fate la differenza dei gol subiti dai due allenator

  2. secondo me dal momento in cui è cambiato il centrocampo è cambiato pure il gioco, la “derivazione” mi sembra minima.

    Sembra diversa anche la gestione delle forze a disposizione, con montella che centellinava le energie (forse anche per l’età e la natura di alcuni giocatori) e Sousa che fa dare tutto ai suoi, contando anche sul fatto chr in caso di risultati positivi l’entusiasmo arriva dove non arrivan le gambe.

    Sul gioco in verticale penso che se faccia di più per quest’ultimo motivo, ma anche perché davanti si creano più spazi, come il primo anno di Montella quando avevamo delle punte che si sbattevano.

    Un aspetto in cui sousa pare aver le idee più chiare è il mercato, e non è poco. Montella benché chiedesse certe cose da tempo ha probabilmente meno tempra manageriale, per poi sfogare tutta insieme la frustazione.

  3. Ma perché Mazzarri e Mancini hanno un gioco? Lo hai visto solo tu

  4. la differenza fondamentale fra il gioco di Montella E quello di Sousa è la verticalizzazione.Raramente si vedeva con Montella ,mentre con Sousa il famoso tiki-taka lo abbiamo fatto solo contro il torino e la juve.A conti fatti le partite sono più belle e i risultati anche

  5. È da inizio anno che leggo dire “Sousa è stato bravo a proseguire il lavoro di Montella” alcuni ci aggiungono anche Prandelli… della squadra di Prandelli c’è rimasto solo Pasqual, che non gioca.
    Vorrei ricordare che Montella già da Ottobre 2014 aveva iniziato a lamentarsi dicendo che i giocatori che aveva non erano all’altezza; Paulo Sousa non solo si è trovato una squadra senza i vari Joaquin, Savic, Aquilani, Pizarro, Neto, Gomez, ma ha recuperato gli scarti di Montella (Roncaglia, Vecino e in parte Ilicic e Badelj), e ha indicato alla società giocatori da comprare evitando spese folli (Kalinic, Astori, Kuba).
    Di cosa stiamo parlando? Tra i due in questo momento c’è un abisso!

  6. non spariamo cavolate !! prosegue il gioco di Montella ? se era cosi eravamo al sesto posto!! Rassegnatevi servi di Montella..Paulo Sousa attualmente e’ il miglior allenatore d’Italia e se non ci scippavano quei punti contro l’empoli oppure davano i die rigori all empoli nella partita contro l’inter eravamo primi !!

  7. La Viola di quest’anno è per 8/11 diversa da quella di Montella……Come si può dire che Sousa ha proseguito il lavoro del tecnico campano? Sarebbe come dire che Mancini ha proseguito il lavoro di Mazzarri, ma , almeno in questo caso, non ho sentito alcuna voce sostenere l’insostenibile…..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*