Questo sito contribuisce alla audience di

ASTA O BANDIERA? E’ l’ora di una decisione definitiva

Asta o bandiera? Con un bel gioco di parole il Corriere dello Sport-Stadio riassume così la situazione che riguarda Federico Bernardeschi e spiega che sia proprio adesso il momento per il giocatore per decidere che cosa fare in futuro. Vale a dire, o legarsi alla Fiorentina fino al 2022, diventando super titolare in maniera indiscutibile, con un Pioli desideroso di averlo a disposizione, oppure dire di no ai viola, trasformandosi in uomo-mercato al centro di un’asta che parte dall’Italia ma che arriva praticamente in tutta Europa.

C’è l’attesa per un incontro che dovrà avvenire nella sede della Fiorentina e che servirà come punto finale di una faccenda che ormai va avanti da molti (troppi) mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Claudio, certamente !!!
    Andrà sicuramente via per colpa della contestazione dei tifosi, sicuramente nn perché qualcuno preferisce intascare soldi piuttosto che fare calcio.
    D’altra parte è noto che Jo Jo è andato via perché uno con la sciarpa viola nn gli ha dato la precedenza in auto, Cuadrado perché hanno sbagliato a fargli un resto al bar Marisa e Savic era stufo degli schiamazzi sotto casa.
    Firenze è città invivibile, scappano tutti.

  2. Vendo licenze medie “perfettamente legali” cornici e acquerelli

  3. Claudioviola

    S69, come al solito vedi solo la metà che ti aggrada! Io direi vorrà rimanere in una società che ha questi tifosi? Mi sembra che contro il Sassuolo dette di pezzi di … non ai DV ma ai tifosi che fischiavano e contestavano. Poi ognuno può sputare le proprie presunte certezze

  4. Ribalterei il discorso: vuole Bernardeschi mettere nelle mani dei DV il proprio futuro, almeno fino al 2022 ? Che prospettive gli offre questa società ?
    Il punto credo che sia questo più che i soldi.
    Da una parte vede due giocatori, che pur essendo arrivati in età più matura della sua, si sono legati per scelta di vita alla Fiorentina (parlo di Gonzalo e Borja) e che ad un certo punto, sono stati scaricati (o in procinto di esserlo) come scarpe vecchie.
    Nn credo sia una questione di poco conto.
    Quando si vanno a fare trattative di questo tipo, penso che nn potendo mettere sul piatto gli stessi soldi di altre realtà, ne realisticamente prospettive di vittoria analoghe, la chiave “identitaria” possa essere l’unica arma. “Nn posso darti tanti soldi, nn posso garantirti palcoscenici da Champions, posso offrirti di diventare il nuovo Antognoni !!”.
    Ma un ragazzo che è cresciuto qui, che li conosce, ha visto vendere Cuadrado controvoglia per denaro, vede Gonzalo scaricato perché è vecchio, Borja messo in discussione perché ha un ingaggio “troppo alto” e due proprietari i quali, uno dichiara di nn divertirsi più, l’altro che fra passi indietro avanti e di lato, pare un ballerino di salsa, può in coscienza, credere a una proposta che fa leva su un aspetto identitario ?

  5. CARRIERA ECCO dobbiamo aggiungere una terza parola. Ma tanto va via..ma la colpa è dei è di DV che non vuole vincere.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*