Astori parte bene, Kalinic no…e la partita si decide in quel minuto

La delusione sul volto di Kalinic. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Una moviola da concentrare tutta in un minuto quella relativa a Fiorentina-Sampdoria. Al 37′ non c’è fuorigioco sul gol viola. Astori disorienta Puggioni pur non toccando il pallone sul tiro-cross di Bernardeschi e la palla finisce in rete. La posizione di partenza del difensore viola è però regolare. Non altrettanto si può dire di Kalinic un minuto dopo: l’attaccante mette dentro sull’assist di Tello, ma al momento del passaggio del compagno è al di là dei difensori blucerchiati. Ragion per cui è giusto l’annullamento della rete. Peccato, perché se avesse fatto il 2-0, la Fiorentina avrebbe probabilmente chiuso la gara e portato a casa i tre punti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Kalinic non ha ancora imparato a giocare sul filo del fuorigioco, si fa sempre beccare. Ieri è stato imbarazzante

  2. Uno dei grandi vizi di Kalinic è questo : giocare sempre sul filo del fuorigioco ma accorgersi raramente quando ci finisce. E, ad oggi, sono molte di più le volte che gli hanno fischiato il fuorigioco di quelle che lui ha finalizzato positivamente. Comunque, secondo me, avrebbe tanto bisogno di una seconda punta accanto, troppe volte è da solo contro mezza difesa avversaria.

  3. @ Redazione
    capisco che non fa parte di “quel minuto” da voi correttamente evidenziato, pero il colpo di testa di Gonzalo (secondo tempo) da posizione favorevolissima (avrebbe potuto modificare il risultato) mostra comunque lo stesso giocatore in netto fuorigioco.
    Vero, ma a differenza del caso da lei citato, in entrambe le circostanze che abbiamo voluto sottolineare, la palla in fondo al sacco ci è finita. Un saluto Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*