Attendere prego

makarov

makarov

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per ora l’unico arrivato in casa Fiorentina, al giorno dieci del luglio del 2015, è “un portiere russo classe ’96 con la faccia da bambino sta all’entusiasmo come starebbe Valerio Scanu sul palco degli Ac/dc. Si chiama Makarov, magari diventerà un fenomeno. Un giorno. Magari, appunto. Ma forse è bene portare pazienza”, come scrive Benedetto Ferrara su Repubblica. Sempre il quotidiano fa un parallelismo con l’estate del 2010 in cui nelle Dolomiti arrivò Mihajlovic ad allenare i viola e anche quell’estate il club aveva messo i tifosi in sala d’attesa. Ma a Cortina si parlava di Insua e, soprattutto, di Aquilani. Uno è arrivato parecchio in ritardo. Uno mai, e forse nessuno si è strappato i capelli. Ma l’attesa fa parte del gioco estivo. Dopo aver passato poi in rassegna alcuni ritiri estivi dell’epoca Cecchi Gori, si parla della Florentia viola, “quella di Cavasin, Evacuo e Turchetta, con la scena epica di Diego Della Valle che atterra con l’elicottero sul campo di allenamento come in un film di Vanzina. Scene di orgoglio vero. C’erano più sorrisi allora in C2 che ora dopo tre quarti posti. Dove sta l’errore? Forse andrebbe rigenerato il sogno. Sicuramente è giusto aspettare gli eventi per capire in che direzione sta andando la Fiorentina. Gli elicotteri, in ritiro, sono un optional. I giocatori no”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Si sa che al mercato in prossimità della chiusura si possono spuntare prezzi convenienti, ma sugli scarti, però. Cioè su ciò che è rimasto e che gli altri non hanno voluto. Perciò armiamoci di pazienza.

  2. Forse i fratelli Della Valle saranno in difficoltà economica …..

  3. A proposito di attesa, redazione, l’app avete deciso di non farla più? È da mesi che non si hanno notizie in merito!
    Ci stiamo lavorando

  4. Io a ds punterei solo su Iacopo Sala.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*