Questo sito contribuisce alla audience di

Attenti a quei due: la Fiorentina vuole la verità da Benassi e Simeone

Gli arrivi di Giovanni Simeone e Marco Benassi, intorno alla metà di agosto, avevano placato un po’ le ire dei tifosi la scorsa estate e le aspettative su di loro erano ovviamente tante. Lo sono ancora, per la verità, perché gli investimenti da 15 e 10 milioni restano ma sul campo per il momento hanno prodotto solamente 1 gol e tante insufficienze. Repubblica sottolinea proprio la situazione dei due, osservati speciali ora che siamo alle porte della seconda pausa del campionato, e chiamati al riscatto con il Chievo ma soprattutto al ritorno della Serie A, a metà ottobre. Per il momento l’esperimento di Benassi “alla Perrotta” non ha dato grandi frutti, mentre Simeone non può evidentemente fare “il Kalinic”, cioè l’attaccante unico e isolato: Pioli lavorerà su di loro, anche perché è stato uno dei principali sostenitori dei loro arrivi in estate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Forza è il momento di dare di più e vale per tutti. Mister compreso.

  2. …Simeone non può fare il Kalinic, attaccante unico e isolato…e invece Babacar siii??? Come si fa a dare giudizi controversi per le due vere punte che abbiamo!!! Babacar, a cominciare da Sousa e ora Pioli, che non lo fa giocare quasi mai, è una punta che va affiancata da un’altra punta, possibilmente centrale, ma questa soddisfazione, forse l’ha provata una volta con Sousa….ora si interviene in favore di Simeone, giusto farlo, ma ci dimentichiamo che Baba, in un modulo che non è il suo, con Sousa, giocando spezzoni di partita, ha segnato 10 reti nello scorso campionato…

  3. Simeone è chiaramente troppo solo e non avendo il fisico o la personalità di bati o di van basten non può ovviamente fare reparto da solo..benassi un buon calciatore ma anche se impiegato davanti alla difesa che sarebbe il suo ruolo non sara mai un trascinatore..FV

  4. I punti non ci stanno. Qui non ci stanno proprio.

  5. Supercannabilover

    Benassi nel 4231 se non viene impiegato sulla linea mediana al posto di Badelj e’ inutile averlo preso. Simeone e’ talmente isolato in attacco che fa tenerezza, non riceve mai un pallone filtrante che lo lanci nei contropiedi (dov’e’ forte) o che gli venga servito un pallone giocabile sul limite d’area; da parte sua invece non aiuta gli esterni a salire e il poro Chiesa si deve fare delle sgaloppate palla al piede che dopo un’ora e’ gia’ spompato.

  6. Secondo me Pioli deve rivedersi i filmati delle partite del Genoa dello scorso camponato e rendersi conto di come veniva collocato Simeone, come veniva servito e disciplinato dall’allenatore. Penso inoltre che un buon centrocampista non debba avere un’unica posizione in campo, ma si debba adattare alle circostanze e agli avversari di turno diventando sia impostatore del gioco che incontrista. In assenza di queste capacità, occorrerà riflettere su Benassi e correre ai ripari visto che Sanchez è di una lentezza esasperante e Cristoforo è solo un modesto comprimario. Saponara sarà probabilmente utile, ma la squadra ha urgente bisogno di giocatori in grado di gestire la fase finale delle partite.

  7. Tifolamagliaviola

    Daimogli tempo perchè comunque sono giocatori di valore e non ne abbiamo tanti, quando fai il mercato negl’ultimi 3 giorni soffri fino a Novembre

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*