Baba: testa bassa e tanto lavoro per strappare lo scettro a Kalinic

L’eventuale sgropponata contro l’Egitto in amichevole giovedì gli servirà per mettere nelle gambe qualche minuto in più e poi sarà di nuovo agli ordini di Sousa. Per Babacar i 15 giorni di stop del campionato saranno preziosi per mettersi a testa bassa a lavorare, migliorare la condizione fisica e convincere il mister che è lui l’attaccante da schierare domenica 18 contro il Napoli. Nonostante i due gol che hanno portato 6 punti in classifica e la rete di giovedì scorso Sousa sembra ancora privilegiare il croato Kalinic come ariete dell’attacco viola. La sana rivalità tra i due proseguirà anche nelle prossime settimane, del resto gli impegni della Fiorentina fino a metà novembre saranno ancora tanti e tutti decisivi: Europa League o campionato Baba dovrà farsi trovare sempre pronto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA