Babacar e una “prigione dorata”. Può essere il titolare della Fiorentina?

Un contratto importante da quasi 1 milione e mezzo a stagione, una città in cui è cresciuto, la maglia della Fiorentina cucita sul petto come una seconda pelle: Khouma Babacar a Firenze non se la passa male. L’attaccante senegalese ha avuto un percorso graduale, l’affermazione in Primavera, esperienze in prestito, i 20 gol al Modena e il ritorno alla base. Quindi 3 anni in cui Babacar non è mai riuscito come l’attaccante titolare della Fiorentina e ad affermarsi. Onestamente va detto che ne’ il gioco di Montella ne’ quello di Paulo Sousa si sposano con le caratteristiche di ‘Baba’, attaccante da area di rigore puro e poco avvezzo al gioco di manovra. Non si può neanche negare che molto spesso però l’attuale numero 30 viola abbia fallito le occasioni a lui concesse e non si sia mai assestato su una certa continuità di rendimento. A fine stagione è chiaro, Babacar e la Fiorentina dovranno prendere una decisione: il passo decisivo per la carriera del ragazzo nato a Thies.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Concordo con la redazione Baba non è adatto al 3-5-2 di Sousa però però con un 4-4-2 o un 4-3-2-1 sarebbe molto più pericoloso e segnerebbe più gol perché non è adatto s tornare indietro ad aiutare a difendere perde di lucidità in attacco

  2. scusate 4 2 3 1 o 4 5 1 (5 centrocampisti e avendo 4 ditro 3 diventano trequartisti offensivi 2 mediani )

  3. babacar titolare ci sta deve avere una seconda punta dietro o molti centrocampisti che si inseriscono quindi un 4 2 3 1 o un 5 4 1 lui deve stare li davanti non è kalinic se gli fai fare questo è fortissimo, lui fa gol e ha pure un gran tiro, e queste due cose le fa meglio di kalinic che invece si sacrifica per la squadra, ma a baba devi solo chiedere di fare gol. facciamo le giuste cessioni ci costruiamo una difesa forte e un buon centrocampo in attacco lasciamo sostenuto farà benissimo non bene.

  4. …in una fiorentina ridimensionata babacar e’ perfetto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*