Babacar e Kalinic: se l’Atalanta non è il Qarabag…

kalinic-babacar

Per la prima volta in campionato Sousa ha schierato l’attacco pesante, con le due punte Kalinic-Babacar. L’esperimento era riuscito molto bene in Europa League, con una bella prestazione (senza gol) a Salonicco e con la goleada contro gli albanesi del Qarabag al Franchi il 29 settembre. Quella sera l’attacco a due punte funzionò alla perfezione, con la doppietta di Babacar e il gol di Kalinic. Le risposte date a Sousa erano state quindi molto positive, ma il campionato è un’altra cosa. Contro le marcature strette dell’Atalanta la Fiorentina ha fatto una fatica immensa ad arrivare alla conclusione, con Babacar e Kalinic apparsi imballati e spesso battuti dai difensori. Il senegalese non è arrivato mai alla conclusione, e spesso ha sbagliato negli appoggi e negli stop. Kalinic, dal canto suo, ha fallito un’occasione che era più semplice segnare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. ALLENATORE INCOMPETENTE VOGLIO VEDERE QUANDO I DV SE LO TOLGONO DALLE P…E.

  2. 11 contro 11 le partite con Atalanta e Qarabag sono state pressochè identiche, l’Atalanta ha giocato un calcio più difensivo del Qarabag ma la Fiorentina le reti al Qarabag gliele ha fatte 11 contro 10. L’Atalanta è rimasta in 11. E comunque, quelli del Qarabag sono azeri non albanesi, c’è stato un lapsus, prima di Cristo erano ‘albanesi’, dell’Albania Caucasica.

  3. E cross all’indietro, come hanno sempre insegnato tutti gli allenatori di questo mondo!

  4. Se si insiste con lo sfondamento per vie centrali ci possono essere quattro attaccanti non si segna!!! I cross ci vogliono i cross!!!

  5. Perché c’erano dubbi che l’Atalanta fosse il Quarabac???!!!???

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*