Babacar, gli urlacci di Sousa e una maglia da difendere

Domenica Sousa ha provato per la prima volta dall’inizio Babacar e Kalinic insieme e i due non sono andati male anche se i gol sono arrivati da Ilicic e Gonzalo. Là davanti però sia il croato che il senegalese hanno pressato tanto e impedito al Torino di cominciare l’azione dal basso, caratteristica principale del gioco di Ventura. Certo che chiunque sia stato allo stadio si sarà accorto degli urlacci di Sousa nei confronti di Babacar, che non stava facendo niente di sbagliato, ma evidentemente a volte ha bisogno di essere spronato per mantenere la concentrazione. Lo ha sempre detto anche Novellino, suo allenatore ai tempi del Modena, per rendere al meglio Babacar deve essere costantemente motivato, e così Sousa lo ha fatto. Babacar ha risposto sul campo con una prova generosa, con tanta corsa e i crampi a fine partita testimoniano proprio il suo grande impegno in una partita che potrebbe cambiare anche il corso della stagione visto che Sousa potrebbe riproporre il modulo a due punte anche in altre occasioni. Ora Babacar lavorerà duro anche in allenamento per difendere la maglia conquistata domenica, con la speranza di non doverla lasciare più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Sousa fa benissimo a spronare i suoi. Devono dare sempre il massimo.

  2. Ma lo state pensando voi che Sousa lo riproporrà,io ci spero ma non ne sono molto convinto,perché non dimentichiamoci che è stato costretto a schierarlo insieme a Kalinic per via delle assenze

  3. Baba tutta la vita! Questo ragazzo ci darà soddisfazione, va spronato con continui richiami e incoraggiato facendolo giocare spesso. In modo tale che prenda fiducia al 100%.
    Poi tu lo vedrai.
    È l’unico che vede la porta molto bene della ns rosa
    Forza Babone!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*