Questo sito contribuisce alla audience di

Babacar, la strada verso la redenzione è complicata

Non è un momento facile per Khouma Babacar: l’arrivo di Giovanni Simeone l’ha relegato a panchinaro di lusso, visto lo stipendio importante, della Fiorentina e la sua situazione è tornata esattamente uguale a quella di pochi mesi fa, quando Kalinic era il titolare e lui giocava soltanto quando il croato rifiatava. A differenza della passata stagione però, i viola non disputano l’Europa League e ci sono dunque meno partite degli anni scorsi, con la conseguenza che Simeone ha minor bisogno di riposo: situazione complicata dunque, con Pioli che non sembra prenderlo in considerazione neanche a partita in corso. Dopo la mezz’ora di San Siro al posto dell’argentino che era arrivato da pochi giorni a Firenze, Babacar ha giocato due spezzoni da quindici minuti, rimanendo per tutta la partita in panchina contro Bologna e Juventus. Probabilmente la fortuna non è dalla sua, perché senza l’espulsione di Badelj Pioli poteva pensare a lui come soluzione in grado di scardinare la retroguardia bianconera. Momento difficile per il senegalese, il futuro è sempre più nebuloso e chissà che per trovare gloria non debba andarsene dalla Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. … in una notte senza luna !!!! Maledetto !!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*