Babacar si toglie un peso e la sua media è da bomber, ma non esulta comunque

Babacar ieri sera è stato decisivo, grazie al suo gol la Fiorentina ha vinto la gara ipotecando così il passaggio del turno in Europa League e portando a casa altri tre punti importanti. Il giovane attaccante è riuscito a far sua la partita, non solo con il gol ma giocando nel complesso una buona gara e togliendosi il peso e l’ombra dell’ultima partita giocata da titolare (ovvero quella contro l’Empoli quando era stato ampiamente criticato). Con quello di ieri fanno sei gol, una media impressionante per Babacar che ne realizza uno ogni 107 minuti. Dopo la rete non ha voluto esultare e questo ha sollevato non poche domande visto che comunque era un gol decisivo ma poi ci ha pensato Sousa a calmare le acque: “Non mi ha stupito, è lì per segnare e aiutare la squadra”. Insomma Babacar c’è, ed è candidato al ruolo di prima riserva dietro Kalinic ed è un ruolo che certamente gli va stretto ma non può far altro che lavorare a testa bassa e cercare di migliorare allenamento dopo allenamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. lavorare con impegno e zero indolenza!! forza baba che hai ottime doti tecniche, se accendi il cervello sei anche un numero uno!!

  2. un giocatore che segna e non esulta x me è poco intelligente

  3. gianpiero da Pisa l'amico del flaco

    Quoto Mixo

  4. Paolo da Grosseto

    Comunque ad essere sinceri a vedere giocare Kalinic e Babacar la differenza tra i due a favore del croato si vede ed è tanta. Kalinic anche se non segna è utile alla squadra, il baba purtroppo se non segna è un peso e questo al netto della sua media realizzativa.

  5. bah bah e ancora bah.. gente strapagata per giocare, divertirsi e possibilmente divertire, ragazzini di 20 anni oltretutto, non parlo solo di baba ma anche dei vari centravanti attaccanti mezzepunte e mezzepippe più o meno famosi che fanno i capricci perché stanno in panchina, per non parlare della classe giornalistica sempre lì a vampireggiare la cattiveria da spogliatoio, la chiacchiera di corridoio, le misere due righe da scrivere perché di altro non sanno parlare…e che dire delle geniali tifoserie offese che fischiano la propria squadra del cuore anche quando si qualifica…e mettiamoci pure lo stucchevole e immaturo ‘odio per il nemico’ (cioè quella componente emotiva che paradossalmente rafforza e ingigantisce oltremisura l’avversario in campo, vedi i recenti fischi a salah e la storica antipatia per la juve e che non farà mai di una squadra come la viola una vera grande squadra!)
    beh, tutto ciò mi sta stancando, io tifo Viola ed esulto se vinciamo e mi rattristo se perdiamo, punto, è un gioco per l’amor del cielo, un gioco…
    Sempre e solo Firenze e la maglia Viola!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*