Questo sito contribuisce alla audience di

Bacconi: “La Fiorentina dovrà allargare il campo con gli esterni. Ilicic deve capire la sua posizione ideale”

L’analista tattico della Rai Adriano Bacconi ha analizzato la gara che aspetta la Fiorentina questo pomeriggio, prospettando un avversario complicato nella figura dell’Atalanta: “L’unica partita veramente sbagliata è stata quella di Cagliari dove si è vista una squadra spenta. Per il resto a Udine la Fiorentina ha fatto la sua gara e non meritava la sconfitta; il risultato è ribaltabile così come il terzo posto con il Napoli. Montella deve essere bravo a fare un lavoro psicologico per tenere la squadra sul pezzo perché gli obiettivi sono ancora tutti in ballo. Schieramento spregiudicato con Vargas e Cuadrado? Dipenderà molto dalla posizione in campo di Ilicic, purtroppo ancora oggetto misterioso della Fiorentina; non so se debba andare a prendere il pallone a metà campo piuttosto che stare vicino a Matri o allargarsi sulle fasce. E probabilmente non lo sa neanche lui, avrebbe bisogno di avere maggiori istruzioni perché con troppa libertà finisce per perdersi. In una partita così chiusa come sarà quella con l’Atalanta, la posizione di Ilicic sarà decisiva e sono curioso di vedere dove lo collocherà Montella. Gli esterni? La Fiorentina dovrà cercare molto l’ampiezza per provare ad allargare le maglie della difesa dell’Atalanta, permettendo le imbucate al centro. L’Atalanta è micidiale poi a ripartire in profondità su Denis. Rispetto al Napoli, che domenica scorsa ha sofferto molto questa capacità di chiudersi, la Fiorentina ha il vantaggio di avere un play davanti alla difesa perché sarà fondamentale cambiare gioco. I nerazzurri sono una squadra che va fatta muovere. Matri con Gomez? Sicuramente sono complementari e adatti al 3-5-2 perché il tedesco punta sulle palle alte mentre Matri va più sulla profondità”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. La posizione ideale di Ilicic è la tribuna sperando che il prossimo anno lo prendano alme no in prestito.

  2. Montella insiste a mettere Ilicic in un ruolo che non è il suo e in un momento no per lui, capisco l’investimento fatto dalla società, ma non si può sempre giocare in inferiorità numerica; troppi infortuni decimano la squadra, difesa in difficoltà per assenze, ma Roncaglia ormai è destinato a fare la fine di Rebic, non giocherà nemmeno con tutta la difesa decimata; a volte Montella prende delle decisioni che non sono utili per la squadra e per i giocatori.

  3. Belva sei un faro,ti straquoto su questo e altri commenti, Montella per me almeno resta l’artefice principale di questa nuovoentusiasmante ciclo della fiorentina(60 lui 40% dirigenti e proprietà) va ricordato che soesso ha fatto di necessità virtu’, che sta crescendo anche lui assieme ai giocatori visto che è un giovane tecnico affronta alcune situazioni x la prima volta,
    ha dato 1 anno fa in un niente un gioco meraviglioso alla squadra, valorizzaro e rigenerato una decina di giocatori almeno,
    Ha perfino stile e classe e anche se a volte ci scappa qualche errore, dietro questi ci sta un lensiero e comunque son pochi,
    Cosa gli si rimprovera? Qualche cambio (forse a vilte tarda 1 po pare) in corsa al quale magari è costretto che noi da fuori neanche sappiamo le condizioni dei giocatori .
    Che Nn sbraita? penso sia importante farsi sentire e nn è detto che negli spogliatoi dove conta nn lo faccia ma poi in campo ci vanno i giocatori.

    Sui giovani Adem lajicic ha una carriera importante grazie a lui ,come savic, matos ha le sue chance e penso che pian piano le avranno anche gli altri poi errare unano peró io a Montella do solo la mia gratitudine e a limite ogni tanto posso commetare una singola scelta (probabilmente a torto)nn lui .

    Comunque credo che in tanti lo amiamo e le richieste di dimissioni o le offese che si leggino vengono da troll.

    Poi gli infortuni han fatto si che nn avesse mai a disposizione la sia squadra tipo e nel mercato estivo tutte le su richieste(2 giocatori x ruolo )nn sono state esaudite e spesso è lui che va incontro alla società(ricordate l’intervista estiva dove diceva oenso occorra emquesti, vice Pek etc ma calisco che società ha esigenze di prendere talenti da valorizzare?
    Montella merita solo un plauso come anche dirigenti e società ma lui un po di +

  4. Pardon Bacconi..

  5. Bucchioni…??? Ma via… bucchioni…

  6. enrico(il saluzzese)

    A me Ilicic non è mai piaciuto neanche quando giocava nel Palermo. Girava come fa da noi senza costrutto, poi magari faceva un gol ma sono sempre stati pochini.Oggi deve fare la differenza:ultima occasione.Se sbaglia anche oggi impacchettare per destinazione anche ignota.

  7. Si’ sara’ la partita di Ilicic. Ogni volta diciamo cosi’. Diciamo pure che se non gioca ora,con tutti gli attaccanti titolari infortunati, quando gioca? Se Montella schiera una formazione d attacco oggi e’ coraggioso e manda un segnale importante alla squadra. Chi si gioca tutto in questa settimana e’ proprio il tecnico secondo me. Meriterebbe comprensione e sostegno perche’ dal Catania e’ passato in un anno e mezzo, a giocarsela su TRE competizioni. Per la prima volta nella sua vita di giovane allenatore. Diciamo sempre tutti che ci vuole il ricambio generazionale in ogni settore del Paese e poi siamo pronti a stroncare i giovani al primo passo falso…in bocca al lupo Montella. Comunque vada a finire, le quattro pappine agli zebrati me le ricordero’ finche’ campo

  8. Per me la posizione e’ quella in TRIBUNA ultimo gradino in alto

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*