Questo sito contribuisce alla audience di

Badelj: “Dobbiamo dirlo con grande onestà, per noi sarà già molto complicato lottare con Lazio, Torino, Atalanta e Samp”

La Fiorentina con questa campagna acquisti-cessioni ha deciso in pratica di far ripartire un nuovo ciclo. Il centrocampista viola, Milan Badelj, è consapevole che potranno esserci diverse difficoltà in questa stagione: “Sono arrivati tanti, anzi tantissimi nuovi giocatori – spiega Badelj a La Gazzetta dello Sport – Molti sono giovani. Servirà pazienza. Servirà l’aiuto dei tifosi. Sulla carta ci sono cinque squadre più forti. Noi non dobbiamo porci obiettivi. Dobbiamo vivere alla giornata cercando di farci trovare pronti se qualche grande club andrà in difficoltà. Ma per arrivare davanti a Juve, Napoli, Inter, Milan e Roma servirebbe un miracolo. Dobbiamo dirlo con grande onestà. Sarà già molto complicato duellare con Lazio, Torino, Atalanta e Sampdoria“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

46 commenti

  1. Badelj e Antognoni cercano alibi verso una piazza che vuole e aspetta un trofeo da 16 anni…Noi siamo la Fiorentina..La nostra storia da Dna vincente parla da sola…Coppa Italia?..Si può fare !!

  2. Badelj sei rimasto per fare il pessimista o per lottare per raggiungere qualcosa di importante con noi? Con questi discorsi mi sembra che si parta molto male. Bisogna crederci sennò è inutile restare. Testa al campo e dare tutto.

  3. il problema e che queste cose avrebbe dovute dirle la societá che onesta evitava tante polemiche e amarezze da parte dei tifosi e prese in giro da parte della società.
    Ma solo il primo anno di Pradé ci fu trasparenza totale e seppure anche il campo pagò preferiscono altro.

  4. Ad essere realistici non si può pensare altro seppure ti danno del rosiconi o peggio quando dici ciò.sará rosicone anche lui.
    Peccato comunque perderlo a 0 perché é difficile da sostituire e avere chi pemsa di restare la stagiome successiva é sempre un altra cosa.

  5. Supercannabilover

    La realta’ e che abbiamo la formazione con la media eta’ piu’ bassa del campionato, fatta di tanti prestiti e scommesse cambiando quasi tutta la squadra titolare, premesse poco rassicuranti per sperare di stare subito dietro le strisciate/romane/napoli

  6. A livello di introiti nelle tasche dei braccini siamo primi in europa e forse nel mondo

  7. Senza fare polemiche, ha detto solo la verità.
    Le prime 5 sono ormai inarrivabili, noi lotteremo con le altre e in ogni caso sarà difficile, si potrà andare da un 7 posto (la lazio per me è nettamente superiore), a un 12° posto.
    Non c’è da arrabbiarsi o insultarsi fra pro Dv e contro Dv.
    La maggioranza dei tifosi sta nel mezzo, critica quando è necessario e fa elogi quando si fanno buoni acquisti, quando c’è una buona comunicazione e soprattutto quando c’è sincerità.
    Non è il nostro caso, ma la speranza è l’ultima a morire…

  8. Stefano, condivido. Ma vai a farglielo capire a certa gente che conviene volare basso.
    Questa è una rivoluzione ancora più drastica del primo anno di Miha, ma per fortuna nn abbiamo un mister che parla di Champions, come faceva il serbo.

  9. La Juventus non mi pare un gran che sinceramente. Salvo improvvisi miracoli, direi che la difesa è abbastanza penetrabile. Non la temo. Il Napoli mi mette in soggezione, Milan e Inter hanno tanta qualità che però fanno ancora fatica a dimostrare. La Roma becca 4 pappine dal Celta Vigo e tutto questo mi fa pensare. La Lazio è forte, il Torino non credo sia migliore dell’anno scorso, Atalanta non penso che ripeterà il campionato scorso complice anche il doppio impegno e la Samp non lo so, ancora non l’ho vista.

  10. Ma non dire cavolate,Samp,Toro e Atalanta sono di sicuro alla nostra portata.Tu pensa ad inpegnarti da professionista serio senza tante chiacchiere.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*