Questo sito contribuisce alla audience di

Badelj e la tattica dell’attesa delle milanesi: a rischiare è solo la Fiorentina

Badelj in azione. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Nel prossimo giugno Milan Badelj sarà ad un anno dalla scadenza, in zona allarme rosso insomma per la Fiorentina; la sua voglia di emigrazione è nota da tempo, per voce del suo agente Joksimovic, ma ad oggi nessun club interessato è stato in grado di presentare offerte all’altezza della situazione. Secondo Calciomercato.it sono le solite milanesi, con la Roma sullo sfondo, a fare la posta al regista croato ma con grande calma, visto quanto potrà accadere tra pochi mesi se veramente il rinnovo risulterà impossibile. E il centrocampista viola, sottolinea il portale, non sarebbe così restio a rimanere a Firenze almeno fino al termine della stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Mah infatti non è chiara tutta l ansia attorno a quesro giocatore.

  2. Ma di cosa e scusate il rischio io penso che l’unico che rischia di ritrovarsi a 30 anni in tribuna è lui è quello zingaro del suo procuratore , vi ricordò che ha scadenza 2018 quindi lui per 1 anno e mezzo deve stare qui e zitto e se penso che l’abbiamo pagato intorno ai 6 milioni in 5 anni lo abbiamo più che ammortizzato quindi basta chi lo vuole paga altrimenti c’è lo teniamo anche scontento

  3. A rischiare…cosa?
    Il contratto scade nel 2018.
    Un anno e mezzo, nel calcio è eternità. Nessuno “attende” due stagioni. Senza sapere cosa gli servirà due anni dopo a livello tattico, senza sapere se tale calciatore giocherà o verrà messo da parte. Peraltro è qui già da 4 anni mi pare, 4 milioni di cartellino da ammortizzare in 5 anni sono meno di un milione l’anno, ovvero nessuna minusvalenza significativa anche se andasse via a zero nel 2018.
    Noi non ci si perde né si rischia, lui invece se finisce in panca per due anni rischia la carriera (che già non è un fenomeno), quindi se qualcuno lo vuole paghi, sennò pazienza, resta.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*