Badelj, il genio silenzioso

Il genio silenzioso, ovvero colui che si incarica di fare un grande lavoro e lo svolge con dedizione e attitudine. Questo è il Milan Badelj visto fino ad adesso in questa stagione in viola, capace di gestire la regia del centrocampo con freddezza quando serve, in coppia con chiunque, soprattutto con Vecino con il quale abbina le sue qualità. Contro l’Empoli il regista è croato è partito dalla panchina, mentre a Basilea titolare. E la differenza si è vista di gran lunga in mezzo al campo. La dimostrazione, questa, che alle volte un giocatore va saputo aspettare, vista la sua altalenate scorsa stagione. Sarà così anche con Mario Suarez?

© RIPRODUZIONE RISERVATA