Badelj l’imprescindibile

BadeljPalermo

La partita di domenica pomeriggio contro l’Empoli ha emesso vari verdetti: dei giudizi negativi su Rebic e Suarez è già stato detto molto ma forse un po’ sottotono è passata l’assenza di Badelj nelle fila della formazione gigliata. Il croato domenica pomeriggio si è seduto in panchina lasciando spazio all’ex Atletico che, come detto, non ha offerto certo la sua migliore prestazione. Arrivato nell’estate del 2014, Badelj non aveva inizialmente convinto il pubblico fiorentino ma dalla seconda parte della scorsa stagione in poi ha cambiato radicalmente marcia diventando una pedina essenziale per il gioco di Montella prima e di Sousa adesso. Il derby contro gli empolesi ha consegnato proprio questo verdetto: anche Badelj è un giocatore imprescindibile in questa Fiorentina e può essere tranquillamente annoverato tra le “prime linee”. La superlativa prestazione di Bernardeschi e le reti di Kalinic hanno mascherato la sua assenza ma sta di fatto che un centrocampo con o senza l’ex Amburgo ha un rendimento assai diverso. Vedremo se anche Paulo Sousa sarà dello stesso parere: quel che sembra praticamente certo è che nella sfida dentro-fuori di Basilea Badelj partirà dal primo minuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA