Baez a FN: “Ho capito il calcio italiano grazie a Guidi e Sousa, sento spesso Vecino. Che idoli Riquelme e Bati e su Schetino…”

Baez Uruguay

Tra gli ultimi arrivi del mercato estivo del 2015 per la Fiorentina ma ancora mai sceso in campo con la prima squadra: Jaime Baez, attaccante uruguaiano classe ’95, è a Livorno a farsi le ossa ma con lo sguardo comunque proiettato alla formazione di Paulo Sousa. A Firenze i primi mesi, il tempo per giocare e segnare con la Primavera di Guidi e poi il momento del salto tra i professionisti in una realtà complicata come quella labronica, alla ricerca della salvezza. A Fiorentinanews.com, Baez racconta le sue sensazioni dopo i primi sei mesi in Italia.

Il tuo arrivo a Firenze: come ti sei trovato in città e nella Primavera viola? Ti aspettavi magari di giocare subito in prima squadra?

“Mi sono trovato molto bene sia in città che con il mister Guidi. Sapevo che non avrei giocato da subito in prima squadra, perché dovevo prima ambientarmi. Paulo Sousa, la società e la squadra mi hanno aiutato molto in questo”.

Dal punto di vista del campo che esperienza è stata quella fiorentina? Senti ancora qualche compagno?

“E’ stata una bella esperienza che mi ha aiutato a conoscere il calcio italiano. Da Firenze sento Matias Vecino, siamo amici, ma sento anche altri compagni che parlano la mia lingua”.

Cosa ci puoi dire invece di Schetino? Lo conoscevi già prima di andare a Livorno?

Schetino è un giocatore molto forte, lui in Uruguay è molto conosciuto. Adesso anche lui deve capire come si gioca in Italia ma ha grande forza e tecnica”.

A Livorno hai fatto sia la prima che la seconda punta ma qual è il tuo ruolo preferito?

“Mi piace giocare dietro ad un attaccante d’area e muovermi liberamente attorno a lui”.

Hai un modello a cui ti ispiri o che seguivi da piccolo in Uruguay o magari anche tra i calciatori viola del passato?

“Ho sempre ammirato Riquelme del Boca Juniors, mentre della storia della Fiorentina ricordo Batistuta“.

I tuoi obiettivi, con il Livorno, e soprattutto in vista della prossima stagione: pensi di poter giocare nella Fiorentina o di andare nuovamente in prestito?

“Adesso sono concentrato a fare bene con il Livorno poi a fine stagione decideremo cosa è meglio fare per la mia crescita”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Buon giocatore visto giocare, e’ veloce,tira forte,agile e in spazi brevi salta l’uomo favorendo gli spazi per gli altri compagni,somiglia ad EDER con qualche chilo in meno,l’ ultima giornata ha un po’ deluso,ma con allenatore Panucci fa anche troppo.

  2. babacar e’ una mummia a confronto.

  3. Non è molto meglio di Baba ma semplicemente diverso, anzi complementare.

  4. Michele da Milano

    Visto giocare un paio di volte. Molto meglio di Babacar eppure…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*