Questo sito contribuisce alla audience di

Baggio: “A Firenze ho vissuto un momento bello della mia vita. Il ritorno di Antognoni? Era il minimo”

Foto: Robertobaggio.com

Il ritorno a Firenze di Roberto Baggio è sempre un avvenimento. Del resto il campione di Caldogno ha lasciato nel capoluogo toscano tracce indelebili del suo passaggio. Cinque anni in viola in cui il fantasista è diventato un campione capace di far emozionare tutti gli italiani con le sue giocate sopraffine, con le sue finte, con i gol. Se poi il calendario del campionato mette di fronte domenica prossima Fiorentina e Juventus, allora sì che l’avvenimento diventa davvero speciale. La maglia bianconera, oltre a quella viola, è infatti quella a cui “Divin Codino” è più legato: “Sono sempre in mezzo a questa sfida – dichiara Baggio nell’intervista rilasciata ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Beh, a parte le battute sarà una gara spettacolare. E particolarmente sentita da entrambe le tifoserie. Posso garantirlo”.

Su Firenze Baggio aggiunge: “In questa città ho trascorso un momento bello della mia vita”. Erano i tempi in cui Robi viveva di pallone e barzellette. In città ancora ricordano il suo incontro con Benigni. Un’ora di risate e battute in libertà. “Da quella volta non ho più avuto la possibilità di incontrare Roberto. Caro Benigni quanto mi piacerebbe avere il tuo numero di telefono”. Una battuta Baggio la riserva anche sul suo amico Giancarlo Antognoni: “Il suo rientro alla Fiorentina? Era il minimo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Ieri sera ho visto un servizio su sky su Baggio…TUTTE LE VOLTE MI EMOZIONA ..adesso la proprietà ci ha tolto tutto..anche la voglia di sognare..FV

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*