Bagnoli a FN: “Noi sempre snobbati dai fiorentini perché non considerati all’altezza. Questa partita è la nostra Fiorentina-Juventus”

Coreografia dei tifosi dell'Empoli. Foto: Fiorentinanews.com

Domenica andrà in scena la sfida tra Empoli e Fiorentina e Fiorentinanews.com ha contattato il presidente dell’Unione Clubs Azzurri Athos Bagnoli, per capire cosa significa questa partita vista dall’altra parte della ‘barricata’.

Come vi state preparando a questa partita?

“I tifosi si stanno preparando a una grande sfida, la Fiorentina è una grande squadra e per noi questo è anche un derby molto sentito, anche se sappiamo che per Firenze e i fiorentini non è la stessa cosa. Incontrare squadre come la Fiorentina, l’Inter, il Milan, la Roma o la Juve, per noi è sempre un motivo di grande soddisfazione ed orgoglio. Aspettiamo questa gara con grande trepidazione anche se siamo coscienti che la squadra di mister Martusciello non passa un ottimo momento di forma. La squadra cerca sempre di proporre un gran gioco, anche se ultimamente ci rimane un po’ complicato rispetto a altri periodi, ma la speranza è quella di fare una grande partita e magari di strappare qualche punto importante per il prosieguo della stagione. Un buon risultato con la Fiorentina sarebbe un motivo di grande orgoglio per tutti, anche se sappiamo che sarà molto difficile”.

Per quale motivo questa sfida è più sentita a Empoli che a Firenze?

“Perché come al solito noi empolesi siamo sempre snobbati da Firenze, non ci considerano all’altezza. Forse anche giustamente perché, anche se siamo in Serie A, sicuramente per meriti sportivi nostri e non demeriti di altri, sappiamo che questa non è la nostra categoria. Ogni volta che vinciamo un campionato di Serie B e ci apprestiamo a giocarci le nostre chance in Serie A, per non è un grande motivo di gioia, come se avessimo vinto una Coppa dei Campioni. Essere a questi livelli per una città come Empoli è veramente un grande traguardo. Mi dispiace che i tifosi della Fiorentina non pensino lo stesso di questa sfida, ma all’infuori di Firenze ci temono in tutta Italia”.

Dal punto di vista delle emozioni, è possibile paragonare il vostro derby Empoli-Fiorentina, a un Fiorentina-Juventus per i tifosi viola?

“Mettendomi nei vostri panni probabilmente sì, ma noi pensiamo al nostro Empoli e che sia con la Fiorentina o con la Juventus per noi è la stessa identica cosa. E’ qualcosa di veramente eccezionale, da vivere in modo passionale. E’ vero che con la Fiorentina, data la vicinanza, molti di noi lavorano o sono amici di tifosi della Fiorentina e quindi il risultato del derby sarà motivo di sfottò (come è giusto che sia). E’ un modo per far continuare questo evento anche nella settimana successiva”.

L’anno scorso l’Empoli ha conquistato 4 punti su 6 contro la Fiorentina. Qual è il suo ricordo più bello di questo incontro?

“Dell’anno scorso credo che sia stato la vittoria in sé e come si è sviluppata, il ricordo più bello. Il mio ricordo più bello di un Fiorentina Empoli è il gol di Tonelli al Franchi nel primo anno di Serie A. Perdevamo 1 a 0 in trasferta e al gol di Tonelli, che tra l’altro fissò il risultato sull’1-1, fu qualcosa di estasiante per noi azzurri. Poi anche la sfida dell’anno scorso a Firenze, ci ha lasciato dei bellissimi ricordi. Mi ricordo che Giampaolo riuscì a imbrigliare il gioco di Paulo Sousa riuscendo a pareggiare all’andata. Sembrò quasi una sorta di anticipo della grande vittoria che poi riuscimmo a conseguire al ritorno tra le mura amiche del Castellani. In questi due frangenti è impossibile non ammettere che nella singola partita siamo stati superiori in tutto alla Fiorentina. Si era capito subito, vista la caparbietà e la voglia di vincere dei ragazzi, che il risultato alla fine sarebbe stato dalla nostra parte. Ma senza ombra di dubbio ritengo che il gol del pareggio di Tonelli due anni fa a Firenze, rimarrà nella storia dell’Empoli”.

Cosa sarebbe disposto a fare pur di vincere la partita con la Fiorentina?

“Io personalmente non condivido queste cose, non sono una persona scaramantica. Questo perché non ci credo, anche se so benissimo che nel calcio cose di questo tipo esistono. Io sono abbastanza realista: vedrò la partita e spererò. So che il momento attuale della Fiorentina non è quello della passata stagione e che faranno di tutto per non perdere di nuovo da noi. Il mio augurio è quello di vedere i giocatori azzurri che scenderanno in campo con la voglia e la mentalità di una squadra vera. In quel caso so che sarà possibile qualsiasi tipo di risultato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. A EMPOLI SONO TUTTI GOBBI ,MILANISTI E INTERISTI CI CREDO CHE SENTONO MOLTO QUESTA PARTITA. SONO EMPOLESE MA TIFO VIOLA DA SEMPRE. VIOLA FOREVER.

  2. Ora vogliono puntare allo SCUDETTO ? Cmq se dal Presidente ad i tifosi sono COMPLESSATI in questa maniera…perchè non vanno dallo Psicologo ? Ognuno devono guardare alla propria dimensione.. e salvarsi tutti gli anni non è cosa semplice… poi si montano il CAPO… e sono in basso alla classifica. Purtroppo spero di vincere… almeno si CHETANO.

  3. Basta Empoli sono noiosi

  4. Ma please e basta , noi siamo la Fiorentina

  5. Che noia questi servizi sugli empolesi, poi si ripetono sempre le stesse cose da vent’anni.

  6. O Bagnoli, quante bischerahe tu dici !
    Io tifo sempre per l’Empoli e son contento se si salva e se vince. Chiaramente non con la Fiorentina, perché io son VIOLA e
    “FORZA VIOLA”,sempre

  7. Tifolamagliaviola

    Ancora con questa storia che i Fiorentini snobbano tutti !!! Apparte che con la storia che si ritrova Firenze, potremmo davvero snobbare tutti, da Parigi a Tokio via New York … pero’ non è vero che abbiamo questo comportamento, piuttosto sono gl’altri che hanno complessi d’inferiorità … anche calcisticamente, qualche cosina abbiamo vinto anche noi … molto tempo fa …

  8. lucabilly1963, da Atene, Grecia

    L’Empoli calcio s’e` fatto nemici dal momento che il suo presidente ha cominciato a comportarsi al pari di un Lotito qualsiasi. Finita allora quella che poteva essere una fratellanza. Bagnoli fa’ bene a tifare la sua squadra come dovrebbero fare anche gli altri toscani (se ne hanno una). Se poi da invidiosi fuori le porte si buttano nelle braccia delle strisciate, peggio per loro. Il nostro disprezzo rimane sempre.

  9. Quando la gente si esprime con concetti ragionevoli e tifa la sua squadra senza rompere le scatole come fa il su presidente, va bene. Lui l’è di Empoli e tifa la squadra della sua città. Sicuramente meglio della gobbaglia che prolifera in provincia ma anche di quei sedicenti tifosi viola di fuori porta, che anche su questo sito, infamano Firenze e i fiorentini.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*